App per foto

Quali sono le migliori app per foto ? Se ti piace scattare fotografie con il tuo smartphone, prima o poi succederà una cosa: ben presto ti ritroverai a cercare tra una marea di applicazioni di fotografia per ottenere tante funzioni che il tuo stesso telefono non è in grado di offrire da solo.

Scatto, foto ritocco e condivisione: tutto molto semplice se usiamo gli strumenti giusti, indipendentemente da quale dispositivo si sta utilizzando. Potremo ottenere il massimo dai nostri scatti anche con fotocamere da 5.0 MP o con smartphone dal prezzo contenuto.

App per foto – Migliori app per scattare foto

Lo scatto di una foto è assolutamente importante, più delle modifiche che si fanno in seguito alla foto stessa.

La perfetta esposizione, inquadratura e messa a fuoco genererà una migliore immagine di partenza, più facile da migliorare con i programmi di foto ritocco.

Se siete bravi non ci sarà nemmeno bisogno di modificare lo scatto. Ma se la mano non è esperta il massimo ottenibile è qualche scatto discreto e nulla più.

Usare il programma di scatto giusto può, almeno in parte, compensare la nostra inesperienza.

Android

Google camera

app per foto google camera

Siete interessati a scattare foto in modo rapido e veloce? Non volete perdere tempo con strane impostazioni avanzate ma volete solo catturare delle belle immagini?

Allora Google camera è l’app che fa al caso vostro!

Sviluppata direttamente da Google vi permette, grazie a quattro semplici modalità, di avere sempre il controllo sui vostri scatti.

Le modalità sono le seguenti:

  • HDR+ automatico: l’app stabilisce in autonomia quando utilizzare la modalità HDR per scattare foto di qualità anche in caso di scarsa illuminazione (HDR+ può essere anche attivato e disattivato).
  • Photosphere: permette di scattare fotografie multiple in circolo, che si uniranno automaticamente a formare una foto a 360°.
  • Panoramica: spostando il dispositivo lateralmente potrete avere una foto panoramica, ottima sopratutto per i paesaggi.
  • Sfocatura obiettivo: mette a fuoco un punto selezionato sfocando lo sfondo, semplice e di effetto.

Google camera è scaricabile gratuitamente da PlayStore, ma fate attenzione perchè non supporta tutti i dispositivi.

Paper Camera

app per foto

Un’applicazione davvero ben fatta, che oltre a scattare buone foto vi permette di personalizzarle in modo davvero simpatico e divertente.

Paper Camera, di JFDP Labs, è un’app presente ormai da tanto tempo ma sempre apprezzata da numerosi fans.

Paper Camera ci permette di scattare foto come se fossero disegnate su carta, andando poi a modificarle con i numerosi filtri a disposizione.

Questa App è acquistabile su PlayStore al prezzo di 2,69 euro.

Camera FV-5

app per foto

Camera FV-5, di FGAE, vuole essere un’app professionale per chi è abituato ad utilizzare già una macchina fotografica e vuole avere la maggior parte dei controlli manuali disponibili anche su smartphone.

E’ disponibile in una versione LITE e una a pagamento dove sono sbloccate tutte le caratteristiche. Unico neo l’interfaccia forse un po’ meccanica.

iOS

Fotor

app per foto

Fotor è un’applicazione che si inserisce nella categoria all-in-one, ossia con svariate opzioni diverse in una stessa app.

L’app ha una serie di funzioni classiche per facilitare lo scatto, ed offre anche una consistente quantità di filtri, effetti e bordi.

In più, possiede altre opzioni per l’HDR, l’effetto splash, il tilt-shift, varie funzioni di editing e per la gestione delle raccolte.

Se ti piace avere tutto in un’unica app, Fotor è da prendere in considerazione.

Disponibile gratuitamente nello store, dove è presente anche Fotor HDR per iPhone, specifica per l’HDR.

NightCap Pro

app per foto

NightCap Pro per iPhone di Interealtime, è stata la prima applicazione dedicata completamente allo scatto notturno.

Scatti reali sfruttando il massimo delle potenzialità dell’iPhone e non dichiarando secondi di esposizione errati.

E’ possibile controllare la messa a fuoco, l’esposizione, il bilanciamento dei bianchi ed il tempo di otturazione fino al massimo consentito dal dispositivo.

La resa di sera ed anche in notturna è notevole ma bisognerà fare attenzione alla stabilità per non creare immagini mosse.

Un’app da avere per chi ama il notturno ma utile in tante altre circostanze.

ProCamera

app per foto

ProCamera per iPhone di Jens Daemgen, anche in versione HD per iPad, è un’applicazione dedicata sia allo scatto di fotografie che alla registrazione video.

Un’app molto utile per passare velocemente dalle foto al video con un semplice tocco, ma che aggiunge anche strumenti di editing ed una quantità interessante di filtri ed effetti.

Le funzioni sono molteplici, dalla griglia, allo stabilizzatore, timer, scatti in sequenza, salvataggio jpeg di alta qualità, istogramma in tempo reale, modalità notturna ed altro ancora.

Un’ottima applicazione nel suo genere, una delle prime in questo settore foto/video.

App per foto – Migliori app per ritoccare foto

Le app per foto che aggiungono filtri artistici o che ci permettono di modificare la temperatura di contrasto, la luminosità e il colore sono diventate una parte importante della fotografia da “smartphone”.

In passato, molte di queste funzioni erano ottenibili solo attraverso costose applicazioni desktop come Aperture e Adobe Photoshop, ma ora sono a disposizione di chiunque sia in possesso di uno smartphone.

Nello Store ne troviamo a centinaia, ma noi abbiamo scelto di consigliarvi le migliori app per foto che contengono più funzioni insieme.

Android

Adobe Photoshop Express

app per foto

Photoshop a livello di editing photo ha bisogno di ben poche presentazioni!

Si tratta di uno dei programmi più utilizzati e meglio funzionanti su Pc.

Anche su Android è presente la sua controparte, decisamente più immediata ma comunque ricca di funzioni.

Sarà davvero facile andare a ritoccare le nostre immagini con questa suite che mette a disposizione tanti strumenti professionali:

  • Miglioramenti di colore, contrasto e luminosità con un solo tocco.
  • Possibilità di ritagliare,ruotare e capovolgere l’immagine.
  • Riduzione degli occhi rossi e bilanciamento del colore.
  • Modificare colore, luminosità, bilanciamento del bianco con dei semplici slider.
  • Possibilità di utilizzare filtri artistici.

Snapseed

app per foto

Snapseed, di Nik Software, ora appartenente a Google, è diventato uno degli editor di fotografia più conosciuti e probabilmente più utilizzati soprattutto nel mondo Android.

L’app offre una serie di strumenti per migliorare la qualità dell’immagine, con un’interfaccia intuitiva e semplice da utilizzare.

Oltre a questi vari strumenti di ritaglio, luminosità, contrasto, nitidezza, ed altri, Snapseed ti offre una serie di filtri ed effetti che puoi utilizzare per migliorare lo stile delle tue immagini.

Snapseed è un’app da avere, ed è anche gratuita. Un must!

iOS

iColorama

iColorama S di talonsodev, è un’app per foto con una moltitudine di filtri a disposizione.

app per foto

Questa App ha anche una serie di strumenti di editing per migliorare le foto, ma dove probabilmente eccelle è in una serie di effetti di distorsione dell’immagine, o di manipolazione della foto, che la fanno diventare un editor artistico interessante per andare un po’ al di là dei soliti scatti convenzionali.

Una serie di filtri sono poi modificabili nel dettaglio con strumenti aggiuntivi, maschere comprese, il che la fa diventare un’app davvero completa nel suo genere.

Snapseed

Snapseed, presente anche tra le migliori Android, è una delle app per foto più conosciute nel mondo dell’editor fotografico.

app per foto

Presente da tempo ormai nel mercato, è un’applicazione che offre una serie di strumenti per il miglioramento dell’immagine, ed una serie di filtri vintage, drama, grunge, ed altri, per modificarne l’aspetto tutto gratuitamente.

Lo strumento anteprima ci mostra la differenza tra l’originale e la foto elaborata; molto utile per notare dei leggeri cambiamenti da noi eseguiti. Utile anche nel ritaglio della foto.

Un’app per foto da avere nel proprio arsenale di strumenti di fotografia su iPhone.

App per foto – Migliori app per condividere le nostre foto

Gli smartphone hanno rivoluzionato drasticamente la fotografia riducendo drasticamente il tempo necessario per condividere una foto con il mondo.

Il segreto è tutto qui! Una reflex o una compatta sono indietro secoli o millenni rispetto ad uno smartphone da questo punto di vista.

Lo smartphone è sempre connesso con il mondo, ovunque ci troviamo.

Catturare una foto bella è una sfida, ma scegliere il posto migliore per condividere è un’altra sfida notevole.

 

Instagram

app per foto

Instagram di Burbn Inc, è un social network che ormai conoscono tutti. Rimane comunque un punto di riferimento per condividere le proprie immagini, forse in modo più spensierato che professionale, in un’ottica che ora si avvicina a quella di Facebook nel modo di condividere ed interagire.

L’app ha anche dei filtri, ormai divenuti classici, con i quali dare un look retrò alle foto.

In ogni caso, è un’app che va considerata se pensate di utilizzarla come social network Mobile.

Flickr

Flickr è il sito più famoso di condivisione foto e si rinnova grazie all’impegno di Yahoo!

app per foto

La piattaforma di photo-sharing professionale per autonomasia.

L’applicazione per Android non ha ancora ricevuto i nuovi filtri personalizzabili e strumenti di editing professionali presenti nella versione iOS, ma è ancora uno stumento utile per caricare le vostre immagini.

La barra laterale espandibile offre un rapido accesso al tuo profilo, notifiche e contatti. Lo strumento di ricerca è in grado di raffinare i risultati di ricerca di persone, gruppi o foto.

Controller VR

Se vuoi immergerti totalmente nel mondo della realtà virtuale non ti basta solo il visore VR, ma sarà indispensabile anche un controller VR!

Chiaramente ci riferiamo a tutti quei visori VR da collegare al nostro smartphone/tablet e che non sono provvisti di controller già nella confezione. I visori come l’Oculus, playstation VR e htc vive sono già equipaggiati o hanno controller dedicati appositamente.

Cos’è il controller VR e perché ne abbiamo bisogno?

Il problema dei visori vr collegati allo smartphone restano i comandi: come fare per interagire con il mondo simulato, se non possiamo usare il touch screen del telefono?

I controller VR sono degli accessori da collegare al vostro smartphone o al vostro tablet che vi permetteranno di usare i comandi in gioco semplicemente usando un gamepad.

Utilizzando un controller la vostra esperienza migliorerà moltissimo e vi sentirete in pieno controllo del mondo simulato in realtà virtuale.

Quali controller VR comprare?

In linea di massima tutti i controller bluetooth supportati dal sistema operativo Google dovrebbero andare bene per l’occasione.

La procedura è semplice: da una parte hai il tuo gamepad, da mettere in modalità di ricerca premendo una sequenza di pulsanti specifica per ogni modello; dall’altra lo smartphone/tablet, da predisporre per il rilevamento di dispositivi bluetooth nelle vicinanze. Non resta che collegarli e il gioco è fatto.

I pad con qualche anno alle spalle però potrebbero avere qualche problema nell’essere rilevati o nel far interpretare correttamente i propri comandi al sistema operativo.

In questo caso non vi resta che comprarne uno nuovo! Di seguito vi consigliamo i migliori sul mercato, così che sceglierete il vostro in base al vostro budget disponibile.

Migliori controller VR

SteelSeries Stratus XL

controller vr

Lo Stratus XL si dimostra un ottimo controller. Compatibile con praticamente tutti i giochi ed i dispositivi windows ed android dotati di ricevitore bluetooth.

E’ robusto, ha un ottima ergonomia e si adatta bene a qualsiasi situazione di gioco senza esitazioni.  Garantisce un ottima autonomia. Peccato che si alimenti con normali batterie AA e non ne abbia una sua interna ricaricabile, ma poco male vista l’esperienza d’uso che garantisce.

Questo controller gamepad VR è acquistabile su Amazon al prezzo di circa 60 euro.

2,72 EURBestseller No. 1
Bestseller No. 2

Samsung Smartphone Gamepad

controller vr

Questo dispositivo è il controller certificato per il Galaxy VR.
Il dispositivo funziona perfettamente e si collega con tutti i dispositivi con Android aggiornato almeno alla 4.1, senza problemi.

Il controller vr è abbastanza piccolo e leggero e potrebbe essere scomodo per chi ha delle mani grandi.

Il prezzo è abbastanza elevato rispetto alla concorrenza. Si aggira intorno agli 80 euro e lo trovate qui.

Beboncool Controller

controller vr

Si tratta di un dispositivo portatile, costruito in plastica, molto economico rispetto ad altri controller Bluetooth che interagiscono bene con la realtà virtuale.

Beboncool è famosa per i suoi controller per smartphone e tablet, ma questo piccolo controller vr è la soluzione perfetta per la realtà virtuale grazie anche al supporto per il nostro dispositivo mobile.
Ha un’autonomia della batteria di 12 ore di gioco continuo, ma la funzione di spegnimento automatico garantisce che verrà utilizzata solo mentre si sta giocando.

MOGA Hero Power

controller vr

Il Moga Hero Power è il controller della Moga adatto alla realtà virtuale.

Le dimensioni ridotte rispetto al Power Pro permettono di inserirlo nella custodia del Gear VR per trasportarlo comodamente.

Proprio come il Power Pro questo dispositivo dispone anche di un attacco su cui collegare lo smartphone per le persone che preferiscono giocare non in VR.

Disponibile sul sito ufficiale a circa 40 euro.

Controller VR Hizek

controller vr

Questo controller vr è il più economico in circolazione tra i migliori gamepad VR.

Compatibile sia con iOS e Android.

Non si limita ade essere un controller in per il gioco, ma ha svariate funzioni! Può essere collegato al lettore musicale o essere usato per scattare foto.

Su Android è necessario scaricare l’applicazione NewGame, mentre su iOS l’app iCade.

Questo dispositivo è alimentato con 2 pile AAA (non sono presenti nella confezione).

Lo possiamo acquistare su Amazon al prezzo di 11 euro.

Bestseller No. 1
Bestseller No. 2

Conclusioni

In conclusione, il più delle volte un qualsiasi controller bluetooth andrà bene, ma noi vi abbiamo consigliato i migliori ad oggi sul mercato.

Adesso tocca a voi sceglierne uno per immergervi completamente nella realtà virtuale!

22,89 EURBestseller No. 1
Bestseller No. 2
Bestseller No. 3
17,51 EURBestseller No. 4
Bestseller No. 5
8,03 EURBestseller No. 6

Occhiali VR 3D TaoTronics | Recensione Visore VR

Ecco la recensione degli Occhiali VR 3D TaoTronics prodotto da HooToo, un brand emergente su Amazon che produce articoli di ottima qualità.

Questo visore, nonostante sia molto economico, ha avuto un grande successo in rete grazie all’ottima fattura e qualità dei materiali.

Si tratta infatti di uno dei migliori visori per gli smartphone con schermo tra i 4 e 5.5 pollici.

Pro

  • Prezzo economico
  • Supporto smartphone staccabile
  • Molto comodo all’uso
  • Regolazione focus e distanza lenti

Contro

  • Qualità media
  • Messa a fuoco difficile

Specifiche

  • Marca: HooToo
  • Modello: Occhiali VR 3D TaoTronics
  • Color: Bianco
  • Compatibilità Smartphone Android /iOS da 4.0 a 5.5 pollici
  • Peso Visore: 0.540 kg
  • Dimensioni visore: 19,2 x 12,8 x 12,6 cm

Prezzo

Gli Occhiali VR 3D TaoTronics fanno parte dei visori super econimici e sono acquistabili su Amazon a circa 30 euro.

No products found.

Confezione

Con l’acquisto degli Occhiali VR 3D TaoTronics, ti arriverà una semplice scatola molto compatta.

Al suo interno sono presenti il visore ben imbustato, un panno per pulire le lenti, un sacchettino nero per trasportarlo, un magnete di ricambio e le classiche istruzioni in italiano.

Setup

Il processo di montaggio e setup degli Occhiali VR 3D TaoTronics è molto semplice.

Prima di tutto dovrete scaricare sul vostro cellulare il programma Cardboard e/o Fulldive.

Potrete  trovare in modo automatico queste applicazioni tramite lo scanner del codice a barre che trovate direttamente sul visore.

Ora non vi resta la parte anteriore del visore e posizionare al suo interno lo smartphone.

Le braccia regolabili del supporto tengono saldamente tutti gli smartphone il cui schermo è compreso tra i 4.0 e 5.5 pollici. Inoltre dei morbidi cuscinetti evitano che il cellulare si graffi.

Occhiali VR 3D TaoTronics

La parte dove alloggia lo smartphone si stacca completamente dal resto del visore e si risposiziona ad incastro. Tale sistema è comodo perché permette di effettuare ricerche di nuovi video sul cellulare senza dover ogni volta aprire il visore, sganciare il telefono e inserirlo nuovamente.

Lenti e Ottiche

Immagina di leggere un libro scritto molto piccolo che ti fa venire il mal di testa dopo poche pagine. Non è piacevole, giusto? Lo stesso vale per la realtà virtuale!

Non è divertente se ti fa girare la testa e devi smettere nel bel mezzo del divertimento.

Il casco VR di TaoTronics è provvisto di lenti asferiche biconvesse che affaticano di meno gli occhi e permettono di utilizzare il casco il 30% più a lungo rispetto ad altri visori.

Gli occhi non sono tutti uguali e da qui nasce l’importanza di avere degli occhiali VR che si adattino ai tuoi bisogni visivi.

Occhiali VR 3D TaoTronics

Gli Occhiali VR 3D TaoTronics permettono di regolare il focus per correggere fino a 700° di miopia a differenza dei caschi VR di Google e Samsung che si limitano a 500°.

NOTA: Se hai bisogno comunque di tenere gli occhiali, potrebbero non entrare (quasi sicuramente) dentro questo visore. Fai una scelta accurata.

Design e Confort

Gli Occhiali VR 3D TaoTronics risultano compatti, solidi e morbidissimi nelle parti a contatto con il viso.

Occhiali VR 3D TaoTronics

Il visore è comodissimo da indossare, sia per la morbidezza della parte che tocca il viso, sia per le cinghie che lo fissano alla testa.

La costruzione è più che ottima, non si può dire diversamente!

Lenti regolabili, ma la regolazione della messa a fuoco è complessa e sembra quasi di non riuscire a trovare un fuoco perfetto, come se restasse tutto un po’ sfocato

Sul lato è presente il tasto magnetico per interagire con lo schermo e le APP che supportano questa funzione. Nella confezione è presente un magnete di ricambio.

Occhiali VR 3D TaoTronics

Occhiali VR 3D TaoTronics – Conclusioni

Gli Occhiali VR 3D TaoTronics sono tra i migliori visori economici. Ideali a chi si avvicina a questo mondo senza voler spendere un capitale.

Si tratta di un prodotto di media qualità, realizzato con buoni materiali e con una qualità delle lenti sicuramente buona.

L’unica pecca è la difficile regolazione delle lenti, ma per quel che costa chiudiamo un occhio volentieri.

No products found.

Video 360 gradi: i 10 migliori della rete!

Recentemente, magari mentre scorrevi la sezione Notizie di Facebook o mentre navigavi nella Home Page di YouTube, hai mai beccato un video 360 gradi?

Probabilmente si, ti sarai imbattuto in un video 360 gradi, una particolare tipologia di video che da qualche tempo a questa parte ha iniziato a spopolare sul web e sui principali social network. In particolare questi video sono diffusi molto proprio su YouTube e più recentemente anche su Facebook.

  1. Guarda i migliori 10 video a 360 gradi della rete.
  2. Cosa sono i video a 360 gradi?
  3. La combo Video a 360 gradi e realtà virtuale.
  4. Come realizzare dei video a 360 gradi
  5. Le migliori fotocamere per girare a 360 gradi

I video 360 gradi sono una piccola rivoluzione del settore visivo. Ancor più del 3D, ormai diventato una presenza consueta nelle sale cinematografiche nonostante non abbia mai convinto del tutto gli spettatori.

I video 360 gradi stanno lentamente entrando non solo nel mondo delle grandi pellicole, ma anche e soprattutto nell’ambiente mobile.

LEGGI ANCHE: Differenze tra 360gradi, realtà virtuale e 3D

Video 360 gradi – Cosa sono?

Per chi non lo sapesse, i video 360 gradi sono un particolare tipo di filmato realizzato con apposite fotocamere.

Queste fotocamere, tendenzialmente, sono munite di obiettivi sferici o di due o più obiettivi ultra-grandangolari, in grado di catturare immagini da diversi punti di vista contemporaneamente.

Le sequenze di immagine catturate con questi dispositivi vengono poi montate assieme in modo automatico o in alcuni casi tramite specifici software. Il risultato è un video in cui lo “spettatore” è in grado di spostare a proprio piacimento l’angolo di visualizzazione e avere una visione totale dello spazio circostante, e di conseguenza di tutto ciò che vi accade.

Non è un caso infatti che, per le proprie caratteristiche, i video a 360 gradi siano sempre più spesso sfruttati da organizzazioni, grandi e piccole aziende, musicisti e atleti, per pubblicizzare nuovi prodotti, album musicali, eventi sportivi e altro.

Video 360 gradi e Realtà Virtuale

Per vivere esperienza ancora più spettacolare, coinvolgente e vicina alla realtà si può guardare un video 360 gradi adoperando un visore per la realtà virtuale!

video 360 gradi

Per esempio il Google Cardboard, il Samsung Gear VR o l’Oculus Rift, grazie ai quali sarà possibile immergersi completamente all’interno del contenuto e viverlo in prima persona e da protagonisti.

Noi di Camera360Review abbiamo già analizzato i vari visori VR selezionando i migliori per voi in questo articolo.

Video 360 gradi – Come realizzarlo?

Per realizzare un video a 360 gradi bisogna avere una videocamera specifica.

Queste speciali camere sono munite di obiettivi ultra-grandangolari in grado di catturare e mettere a fuoco tutto quello che succede intorno.

Successivamente basta montare assieme le sequenze di immagini e il gioco è fatto!

I maggiori social che ospitano video, come Facebook e YouTube, sono già predisposti per l’upload di questi formati. E tra l’altro, le fotocamere a 360 gradi sono equipaggiate con App che permettono la facile condivisione dei contenuti sui social.

Sono già disponibili molte fotocamere per realizzare video a 360 gradi, ma qua di seguito vi presentiamo alcune delle migliori!

Video 360 gradi – Migliori fotocamere panoramiche (360 gradi)

Ricoh Theta S

video 360 gradi

La Ricoh è stata un’avanguardista, infatti, è stata la prima a lanciarsi in questa nuova concezione del modo di fare video!

La Ricoh Theta S è la versione aggiornata della sua prima videocamera panoramica.

Al momento è una delle migliori videocamere per catturare video a 360 gradi sul mercato.

Ha un design compatto ed è ben curata nei dettagli.

Questa fotocamera è in grado di catturare immagini ad alta risoluzione e girare video in Full HD a 30 fps.

Inoltre è in grado di trasmettere le immagini in diretta streaming.

Tramite un’applicazione dedicata è possibile controllare l’esposizione e il bilanciamento del bianco durante le riprese.

Il Wi-Fi integrato permette di trasferire velocemente immagini e video al proprio smartphone o tablet.

Su Amazon al momento la si può trovare intorno ai 360 euro.

66,46 EURBestseller No. 1
Bestseller No. 2

Bublcam

video 360 gradi
Equipaggiata con connessione WiFi, Bublcam permetterà ai suoi utilizzatori di “streammare” video live a computer e dispositivi mobili.

Se vuoi riprendere tutto ciò che accade in un ambiente o in una scena, Bublcam di Bubl allora è la fotocamera fa al caso tuo!

Poco più grande di una pallina da baseball, ma grazie ai 4 obiettivi con un angolo di visione di quasi 180° gradi ciascuno, Bublcam è in grado di catturare video sferici a 1440 x 1440p a 30fps, senza alcun punto cieco.

Oltre alla capacità di effettuare scatti in HDR e Time-Lapse, Bubl ha messo a disposizione dei propri utenti un’apposita piattaforma dove caricare, visionare, modificare e condividere foto e video a 360°.

Collegata a una connessione WiFi, Bublcam permetterà ai suoi utilizzatori “streammare” video live a computer e dispositivi mobili.

Bublcam è acquistabile al prezzo di 799 dollari.

No products found.

Samsung Gear 360

video 360 gradi

Gear 360 offre ben quattro modalità di utilizzo: fotocamera, videocamera, timelapse e loop.

Equipaggiata con due obiettivi f/2.0 opposti, ognuno con un angolo di campo di 180 gradi, è in grado di catturare immagini ad alta risoluzione e video in 4K a 360 gradi.
Possiamo poi realizzare bellissimi timelapse scegliendo la velocità di scatto e video in loop in modo magari da registrare sempre e stoppare la registrazione quando abbiamo catturato un contenuto di nostro interesse.

Un’apposita applicazione si occuperà di montare automaticamente le immagini e le riprese realizzate.

La stessa applicazione permetterà di controllare alcune impostazioni della fotocamera durante le riprese video.

Anche in questo caso il Wi-Fi e il Bluetooth sono integrati.

Su Amazon si aggira intorno ai 320 euro.

119,01 EURBestseller No. 1
Bestseller No. 2
Samsung Gear 360 [Versione Italiana]
  • Sensore CMOS, 15.0...
  • NFC, Accelerometro,...

Nikon KeyMission 360

video 360 gradi

Il mondo delle foto e video a 360 gradi ha attirato anche alcuni nomi noti del mercato fotografico, come Nikon.

Recentemente ha presentato la nuova KeyMission 360.

Questa piccola fotocamera subacquea e resistente agli urti monta due obiettivi posizionati su due lati opposti della fotocamera che le permettono di effettuare riprese video a 360 gradi reali in 4K UHD.

Presente inoltre un sistema di stabilizzazione immagine elettronica che consente di ridurre gli effetti del movimento della fotocamera.

Da non dimenticare la presenza delle connettività Wi-Fi e Bluetooth per la condivisione rapida di foto e video.

Il prezzo su Amazon si aggira intorno ai 500 euro.

Bestseller No. 1
Bestseller No. 2
Nikon KeyMission 170 Action Camera, Nero
  • Action Camera...
  • Include vari modi di...

Video 360 gradi – I migliori video su internet

Ormai Internet è pieno di video a 360 gradi! Li troviamo sia su Facebook che su YouTube, ma non tutti sono allo stesso livello qualitativo!

Noi li abbiamo guardati per voi e abbiamo selezionato i migliori o quantomeno i più significativi.

Fai attenzione! Se stai leggendo l’articolo con il tuo smartphone, per vedere i video a 360 gradi dovrai aprirli direttamente su YouTube!

Noa Neal – Graffiti

Partirei sicuramente con il primo video interattivo a 360 gradi uscito su YouTube.

Si tratta di un video musicale girato con una GoPro Hero3+ 4K Black Edition. Girando la visuale nel video possiamo vedere i vari ballerini nella scenografia circondati da bellissimi graffiti, il tutto accompagnato ovviamente dalla canzone!

Mega Coaster

Adori le montagne russe ma sei troppo pigro per andare ad un parco giochi? Goditi questa botta di adrenalina seduto comodamente davanti al tuo pc o sul divano con gli occhiali vr!

Fighter Jet

A 360 ° dalla cabina di pilotaggio di un jet F-5 da combattimento delle forze aeree svizzere. La squadra “Patrouille Suisse” sta sorvolando le Alpi svizzere. Il pilota Nils “Jamie” Hämmerli è seduto sul sedile anteriore dell’aereo. Il ragazzo nel sedile posteriore che tiene le telecamere (6 GoPro Hero 4), è BLICK fotografo Dominik Baumann.

Get Barreled in Tahiti

Goditi una giornata di surf tra amici a Tahiti! Paesaggi mozzafiato e riprese subacquee faranno da contorno alle onde polinesiane.

Clash of Clans 360

Anche gli sviluppatori di Clash of Clans, famoso gioco per smartphone diventato virale nell’ultimo anno, si sono dati ai video a 360 gradi!

In questo video ti immergerai nel mezzo della battaglia mentre stai difendendo la tua base.

The Walking Dead

Sei un fan della serie televisiva The Walking Dead? Se lo sei, questo video fà proprio al caso tuo!

Immergiti nel mondo zombie con la realtà virtuale a 360 gradi.

Great HammerHead Shark

Immergiti nelle acque delle Bahamas per incontrare un squalo martello incuriosito dalla videocamera!

Avicii – Waiting for Love

Anche Avicii, famoso dj svedese, ha scelto come videoclip per la sua canzone “Waiting for Love” un video a 360 gradi.

Nel video toccherà a te muovere il video per osservare l’intera coreografia!

Dubai

Hai sempre sognato di andare a Dubai, ma per un motivo o un altro non ci sei ancora stato? Questo video allora ti permetterà di immergerti nelle bellezze che questa città ha da offrire!

The Fight for Falluja

La battaglia di Falluja: il documentario girato a 360 gradi dai giornalisti del New York Times.

Immergiti nello scontro e nella vita di tutti i giorni di coloro che lottano contro l’ISIS.

LG 360 CAM | Recensione | Caratteristiche

Siamo entrati ufficialmente nel mondo della realtà virtuale e di quella aumentata. In quest’ultimo periodo sta cambiando rapidamente anche l’idea di intrattenimento grazie anche a device come la LG 360 Cam!

Vediamo di fare una bella recensione di questa camera.

I video a 360° stanno rapidamente prendendo piede e spopolano anche su YouTube!

LG 360 CAM ha ripreso le linee della prima Theta Ricoh di qualche anno fa, ne ha elaborato ulteriormente la tecnologia necessaria e ha realizzato un dispositivo molto diverso dagli altri e molto competitivo sul mercato!

La camera è compatta e leggera, così puoi portarla comodamente con te e immortalare splendidi paesaggi e avvenimenti in un modo completamente nuovo.

Alcune caratteristiche:

  • Creazione Immagini sferiche panoramiche a 360 gradi.
  • Compatibilità con App 360 CAM Manager per smartphone Android (5.0 o superiore) e iPhone (iOS 8 e superiore)
  • Registrazione di video 2k alla velocità di 30fps

Pro:

  • Video con risoluzione 2k.
  • Prezzo inferiore alla concorrenza.
  • Autonomia fino a 70 minuti di registrazione video continua.
  • Memoria espandibile fino a 2TB.
  • Dimensioni molto contenute.

Contro:

  • Led poco visibili.
  • Audio migliorabile all’esterno.
  • Linee di congiunzione delle foto ancora visibili.
  • Con scarsa illuminazione le foto non vengono sempre nitide.

LG 360 CAM > Le Specifiche

La LG 360 CAM racchiude due sensori d’immagine da 13 MP con ottica grandangolare F1.8. Ciascun sensore è in grado di coprire un campo visivo di ben 206°.

La registrazione dei contenuti avviene su microSD. Quest’ultima non è inclusa nella camera e va comprata a parte. Sono supportate microSD fino a 2TB, ma una da 32GB è sufficiente già a registrare un paio di ore di video al massimo della risoluzione.

La LG 360 CAM monta una ottima batteria da 1200mAh che non ti abbandonerà mai sul più bello.

Con questa batteria si ha un’autonomia di circa 70 minuti di registrazione video alla massima risoluzione. Sembra comunque soffrire particolarmente le varie accensioni/spegnimenti, rendendo necessaria una ricarica alla fine di ogni giornata di utilizzo.

Per quanto riguarda la connettività è munita di Bluetooth 4.1, Wi-Fi b/g/n (solo per connessione con lo smartphone tramite Wi-Fi Direct) e di una porta USB Type-C.

La 360 Cam monta tre microfoni per una registrazione su 5.1 o stereo.

La qualità definitiva è sicuramente migliore rispetto a quella avuta con la Ricoh Theta S, ma all’esterno, con vento, e in movimento, si riscontrano dei piccoli disturbi.

Chiudono il comparto accelerometro, giroscopio e bussola digitale. Per l’utilizzo senza smartphone ci sono anche 4 piccoli LED, ma almeno due di questi si vedono davvero poco alla luce del giorno.

154,91 EURBestseller No. 1

LG 360 CAM Recensione > Design

Il dispositivo presenta delle linee semplice ed eleganti, anche se al tatto risulta plasticosa, a differenza della Ricoh Theta S che era rivestita con della gomma aderente.

La 360 Cam è disponibile solo in argento.

lg 360 cam

Attraverso un LED di colore rosso, posto nella parte laterale, possiamo verificare i gradi di registrazione (180 o 360) o di scatto che possiamo regolare tramite l’app dedicata.

Il volume dei suoni di avviso è molto basso e all’aperto potrebbe essere difficile sentirli. Così come sarà difficile vedere i led per capire se la telecamera sta registrando o se è accesa.

LG, in modo molto intelligente, ha dotato questa 360 Cam di una custodia rigida molto solida e con un ottimo sistema di aggancio.

lg 360 cam

Una volta estratta la fotocamera dalla custodia, questa può essere usata (al contrario) come supporto per la camera.

La parte inferiore della LG 360 Cam ha un ingresso treppiede standard in modo da poter montare la maggior parte dei treppiedi.

LG 360 CAM Recensione> Dimensioni e Peso

Uno dei punti forti della LG 360 Cam è la sua compattezza e leggerezza.

lg 360 cam

Il design è come detto molto simile a quello di Theta S, ma è decisamente più piccolo (alto 97.1mm) e leggermente più tozzo.

Entra, comunque, comodamente in tasca e questa è la cosa più importante!

Pesa solo 77g senza il coperchio (in quel caso si sale a 102g) che protegge le due ottiche

LG 360 CAM Recensione> Utilizzo

All’interno della confezione, oltre alla Cam e il suo astuccio, troviamo solo un piccolo cavetto USB Type-C per la connessione diretta al PC e la ricarica della batteria.

Per scattare foto e avviare la registrazione dei video basta un attimo!

Basta accendere il dispositivo tramite il pulsante di accensione laterale e poi premere il pulsante frontale per l’avvio (pressione breve per foto, lunga per video) e il gioco è fatto!

A questo punto possiamo immortalare tutto quello che ci circonda ad un massimo di 16MP, se ci riferiamo alle foto, e fino a 2k per quel che riguarda i video.

L’ingresso treppiede standard alla base della 360 Cam ci permetterà di utilizzare i vari accessori, come treppiedi, selfie stick per poi comodamente scattare foto tramite l’applicazione sul nostro smartphone.

LG 360 CAM Recensione> Video

I video realizzati da questa camera sono davvero ottimi i video, capace di registrare fino a 2K a 30fps.

lg 360 cam

Rispetto alla pioniera Theta S possiamo dire che, nonostante il prezzo inferiore, LG 360 Cam ci offre qualcosa di più a livello qualitativo.

Il video risulta ben definito, chiaro e apprezzabile!

Per poter apprezzare i video a 360° sul proprio smartphone bisogna sfogliare la galleria della Cam (avendola collegata allo smartphone) e scaricare i contenuti sulla memoria del telefono.

Mentre scarichiamo il video, contemporaneamente avverrà una conversione.

I file potranno poi essere anche editati sui comuni software.

154,91 EURBestseller No. 1

LG 360 CAM Recensione> Foto

In questo ultimo periodo non solo i video a 360°, ma anche le immagini sferiche, stanno assumendo sempre più importanza!

Nelle foto, a differenza dei filmati, ci si può soffermare con più calma a guardare e osservare tutti gli elementi presenti nello scatto.

La LG Cam 360 alza ulteriormente il tiro! I due sensori d’immagine combinati riescono a realizzare foto a 16MP prive di macroscopiche sbavature.

Ci sono ancora piccoli problemi nell’unione delle due immagini e ogni tanto la linea di congiunzione è visibile.

Questo dipende, tuttavia, anche da quanto ferma è stata la nostra mano.

lg 360 cam

Purtroppo con scarsa illuminazione le foto non vengono sempre nitide e i colori risultano più scuri di quanto non siano realmente.

Ma quello sarà il prossimo passo, limare le poche mancanze oltre ad innalzare ulteriormente la qualità complessiva.

LG 360 CAM Recensione> Software e compatibilità

La 360 Cam Manager è un’app che troviamo sia su Android e iOS che è dotata di funzioni VR per la LG 360 Cam.

lg 360 cam

Per usare l’applicazione è necessario collegare la Cam con Bluetooth e Wi-Fi per sfruttare i controlli manuali.

Oltre che a vedere le anteprime delle immagini in 360 gradi live, si è in grado di regolare manualmente la velocità dell’otturatore, ISO e bilanciamento del bianco.

Ma anche di selezionare il 360 o il 180 gradi. C’è il supporto per Google Street View e YouTube 360.

Velocità dell’app.

Il download dei contenuti nel nostro smartphone nel complesso è un po’ lento.

Per scaricare un video dalla LG 360 Cam tramite Bluetooth/Wi-Fi è necessario attendere una media di circa 3/5 minuti.

Invece per circa 20 foto è necessario attendere 2/3 minuti, ma niente di allarmante.

Questo perché l’elaborazione dell’immagine avviene sullo smartphone subito in seguito al trasferimento, come abbiamo potuto vedere durante la nostra recensione della lg 360 cam.

In questo modo l’immagine o il video elaborati a 360° vengono mostrati senza che sia necessario un ulteriore intervento da parte dell’utente.

L’app è promossa a pieni voti grazie alla sua interfaccia user-friendly.

LG si sta assolutamente impegnando per quanto riguarda questa nuova frontiera della fotografia a 360 gradi.

Il dispositivo infatti ha ricevuto molti aggiornamenti per restare al passo con i suoi rivali.

I video e le foto potranno essere caricati sui servizi che li supportano (come Flickr, Youtube o Facebook) solo dopo però essere stati scaricati sul telefono. Purtroppo per essere caricati su Youtube i video dovranno prima essere “taggati” secondo istruzioni di Google.

LG 360 CAM > Custodia Impermeabile

lg 360 cam

Si tratta di un accessorio di terze parti concesso in licenza da LG e prodotto da Voia.

La custodia impermeabile si adatta alla LG 360 Cam perfettamente e consente un comodo accesso ai pulsanti.

LG 360 CAM Prezzo e Conclusioni

La Cam 360 LG è una delle camere 360° riuscita meglio e che riesce comunque a sorprendere.

Al momento è una delle migliori soluzioni visto il prezzo contenuto (rispetto agli altri) di 186€ circa su Amazon.

La qualità offerta e l’ottimo supporto software dato dall’applicazione, semplice ed estremamente funzionale, concludono il quadro.

LG ha poi dimostrato le sue doti nell’acquisizione di video e foto con il suo ultimo smartphone top gamma. LG G5 vanta infatti due delle migliori fotocamere attualmente disponibili su smartphone.

LG 360 Cam ha un enorme potenziale anche se, come sappiamo, siamo ancora alle prime armi con questa nuova tecnologia.

Vi consigliamo di acquistarla se siete curiosi di entrare nel mondo della fotografia o video a 360 gradi.

Più piccola della Gear 360 di Samsung e a giudicare dai primi confronti anche migliore.

Grazie anche al suo prezzo competitivo, la LG 360 Cam è una delle migliori camere per qualità/prezzo.

Quindi non aspettare oltre! Prendila e goditi le tue riprese a 360°!

154,91 EURBestseller No. 1

Playstation VR Recensione | Prezzo | Giochi

PlayStation VR è il futuro del gaming e dell’intrattenimento. Punto.

Diverse società stanno cercando di convincerci che tale affermazione corrisponda effettivamente al vero e devo dire che noi ne siamo già convinti.

Oculus Rift di Facebook, HTC con il suo Vive, Microsoft con i suoi Hololens (anche se si tratta più di realtà aumentata che di realtà virtuale).

Persino nel panorama mobile, prima con Cardboard ed ora con Samsung Gear VR e Google Daydream si cerca di spingere sempre di più su questa nuova frontiera.

Ed è forse un caso che anche Sony abbia premuto sull’acceleratore lanciando su scala globale il visore per la realtà virtuale dedicato a PlayStation 4?

Assolutamente no!

La nostra recensione di Sony PlayStation VR (aggiornata)

In questa recensione del PlayStation VR vediamo quindi come se la cava il visore di casa Sony in azione.

Il futuro del gaming sarà veramente (in parte?) indirizzato alla realtà virtuale. Le possibilità di questa tecnologia sono veramente immense.

Ma veniamo a noi: qui sotto trovi il menù che velocizza la tua navigazione all’interno della recensione, buona lettura.

NOTA: Qui c’è la pagina ufficiale di presentazione del playstation vr sul sito playstation.com

Menu di navigazione della recensione:

  1. Specifiche tecniche
  2. Installazione e Configurazione
  3. Come funziona PS4 VR 
  4. Ergonomia e Materiali
  5. Playstation-VR Camera
  6. Playstation-VR Display
  7. Problemi dovuti al movimento (nausea)
  8. Giochi per Playstation-VR
    1. Rigs Mechanized Combat League
    2. VR Worlds
    3. Robinson: The Journey
    4. Batman: Arkham VR
    5. Battlezone
    6. Until Dawn™: Rush of Blood
  9. Prezzo
  10. Accessori
  11. Il futuro di playstation
  12. Tabella comparativa con Oculus e Vive
  13. Conclusioni

Playstation VR Recensione |Specifiche Tecniche del Visore

  • Nome prodotto: PlayStation VR
  • Codice prodotto: Serie CUH-ZVR1
  • Data di uscita: 13 ottobre 2016
  • Display: OLED
  • Dimensioni display: 5,7 pollici
  • Risoluzione: 1.920 x RGB x 1.080 (960 x RGB x 1.080)
  • Frequenza di aggiornamento: 120 Hz, 90 Hz
  • Campo visivo: circa 100 gradi
  • Microfono: integrato
  • Sensori: accelerometro, giroscopio
  • Connessione: HDMI, USB

Playstation VR Recensione | Installazione e configurazione

Sony Playstation VR ConfezioneSony Playstation VR Confezione

Oltre al visore vero e proprio, all’interno della confezione è presente l’auricolare PlayStation VR, il box con il processore, un cavo HDMI e i manuali di istruzione. Ci sono anche un paio di cuffie, un panno per la pulizia, un disco demo e tutti i cavi di alimentazione e connessione necessari.

Il processo di installazione, ad essere onesti, sembra più complicato di quanto sia in realtà.

schema configurare la Sony Playstation Vr
Lo schema per configurare la Sony Playstation Vr

Il Playstation VR si interfaccia con PlayStation 4 tramite cavi HDMI. Di conseguenza sarà necessario effettuare un ponte tra la TV e la console, senza contare la presenza, ovviamente di un alimentatore aggiuntivo e di due cavi che si collegano al visore stesso.

L’intero processo di installazione e configurazione ha richiesto circa 30 minuti della nostra vita. Non troppo tutto sommato.

C’è anche altro da dire:

L’unità che contiene il processore del Playstation VR, lo rende un visore completamente indipendente dalla televisione. A differenza dei suoi concorrenti infatti, puoi anche usare il PSVR staccando il cavo HDMI collegato alla tv, e sarai comunque immerso nella sua realtà virtuale.

Se invece colleghi la tv all’output del processore, otterrai un’immagine 2D del segnale video e potrai far vedere agli amici cosa stai effettivamente vedendo tu. Puoi anche registrare il video o fare streaming in questo modo. Invece con Vive e Oculus Rift, l’output che vedrai sulla tv sono due immagini affiancate, quelle che ogni occhio vede. Quindi non è proprio il massimo per chi sta a guardare ed è anche scomodo per fare streaming.

Playstation VR | Come Funziona

Il playstation VR è un visore indossabile. Il suo obiettivo è quello di coinvolgere il giocatore al massimo, senza i limiti fisici che hanno i monitor e le televisioni.

Una tv puo’ anche essere di 60 pollici ma prima o poi finisce. Con il visore invece sei all’interno di un mondo generato a 360 gradi.

Questo risultato si ottiene un pò barando…

In pratica il visore contiene un monitor (in realtà sono due, uno per occhio). Questo monitor lo si piazza a pochi centimetri dagli occhi.

Il processore genere l’immagine che, attraverso il cavo HDMI, arriva al visore. Qui l’immagine viene divisa in due parti. Una va al monitor davanti all’occhio destro e l’altra al sinistro.

Le lenti all’interno del visore permettono di vedere le due immagini 2D con un angolo leggermente diverso, trasformandole quindi in una vista stereoscopica 3D e simulando quello che avviene nella realtà.

Ed ecco fatta la magia!

Playstation VR Recensione | Ergonomia e Materiali

La confezione di PlayStation VR è studiata alla perfezione.

La scatola propone diverse sezioni dedicate ai vari componenti, tutti numerati e soprattutto assemblabili senza alcuno sforzo mentale.

Il PlayStation VR nella nostra prova risulta incredibilmente leggero. Di conseguenza difficilmente vi accorgerete di averlo addosso. Pesa solo 610g.

Risulta anche incredibilmente comodo e soprattutto non fa pressione sulla testa in maniera fastidiosa grazie a due cuscinetti. La parte che avvolge la testa è completamente regolabile e aggiustabile manualmente per la massima comodità.

visore playstation vr interno
Il visore risulta leggero e comodo grazie alle parti morbide interne.

Nella nostra prova abbiamo però notato che, in caso di posizionamento non perfetto del visore, le lenti si possono appannare. Poco male. Fai qualche prova di setup prima di lanciarti a testa bassa nelle sessioni di gioco!

Sulla carta quindi, PlayStation VR dovrebbe limitare al massimo ogni tipo di fastidio e far abituare velocemente il giocatore alla nuova concezione di gaming.

L’esperienza di ogni singolo giocatore però potrebbe rivelarsi diversa. Per questo non è possibile garantire per tutti l’assenza di qualsiasi fastidio o problematica.

I giochi per il playstation vr sul mercato appartengono a diverse categorie; è possibile non accusare alcun fastidio di fronte a titoli più calmi, ad esempio le raccolte The Playroom VR e Playstation VR Worlds. Mentre magare si possono al contempo riscontrare “disturbi” una volta caricate avventure più impegnative come Rigs o Battlezone.

Playstation VR Recensione | PlayStation Camera

PlayStation VR per fuzionare ha bisogno del PlayStation Camera, presente nel bundle di lancio di Playstation 4 o acquistabile separatamente.

playstation camera per vr

Con la sua doppia camera e sensori di profondità 3D, PlayStation Camera rileva la posizione del visore, del controller di movimento PlayStation Move e della barra luminosa del Controller DUALSHOCK 4.

Tutto questo mentre giochi, ovunque ti trovi, per essere sempre al centro del tuo universo di gioco VR.

Il tracciamento risultato dalla nostra prova è precisissimo ed è possibile inoltre sia ruotare la testa che lasciarsi andare in piccoli movimenti.

Ad esempio in Until Dawn Rush of Blood sarà necessario spostarsi o abbassarsi per non finire contro alcuni ostacoli.

Playstation vr worlds

Inutile sottolineare quindi che la soluzione risulta davvero coinvolgente.

Immersiva e coinvolgente sono senza dubbio le parole chiave in grado di descrivere l’esperienza videoludica affrontata con PlayStation VR.

13,01 EURBestseller No. 1
PlayStation Camera - PlayStation 4
  • Sony Entertainment...
  • Codice Prodotto:...
Bestseller No. 2

Playstation VR Recensione | Il Display

Il visore per la nostra playstation 4 utilizza un unico schermo OLED 1080p, da 5,7 pollici. Quindi la risoluzione totale è di 1080×720 (960 x RGB x 1.080 per occhio).

Lenti del Visore Playstation vr

Altri visori, come Oculus Rift ed Vive, offrono invece una risoluzione totale di 2.160 x 1.200. Quindi 1080×1200 per ciascun occhio.

Il display del PlayStation VR è quindi il peggiore in termini di risoluzione tra i tre grandi nomi di visori VR (sony, htc e oculus rift). Le sue lenti sono costruite con una tecnologia diversa.

Ci sono certamente momenti in cui la qualità dello schermo inferiore è evidente. In condizioni di scarsa illuminazione, per esempio,  l’effetto “zanzariera” è molto evidente, ma in configurazioni luminose quest’ultimo è molto meno evidente rispetto all’Oculus Rift.

Nella nostra prova abbiamo notato che i colori sono molto vivi mentre, rispetto ai suoi rivali, il PlayStation VR vacilla con i dettagli a distanza! In questi casi le immagini possono risultare leggermente sfocate.

Ciò che PS4 VR offre, a differenza del Rift e del Vive, è la capacità giocare a 120 Hz e 90 Hz. (Vive e Oculus Rift vanno entrambi a 90hz)

Questo rende l’esperienza di gioco nella realtà virtuale molto più fluida e confortevole.

Nota bene: È inoltre possibile giocare a tutti i normali giochi PS4 utilizzando il visore PS4 VR. Quindi anche i tuoi vecchio giochi sono compatibili, grazie alla modalità “cinematic” del visore.

Ci sono tre formati di schermo virtuale disponibili: piccolo (117 pollici), medio (163 pollici) e grande (226 pollici).

Naturalmente c’è un sacrificio in termini di qualità delle immagini a causa della vicinanza al display, ma l’esperienza è sempre molto buona.

Playstation VR Recensione | Problemi di nausea dovuti al movimento.

Allora bisogna dedicare un capitolo a parte all’argomento nausea+vr. In effetti abbiamo sentito alcuni pareri di persone che giocando per un po’ di tempo con il visore vr, hanno avuto dei problemi di nausea.

La cosa è risultata abbastanza soggettiva. In rete si legge di persone che non hanno nessun problema, di altre che accusano una leggera nausea fino a quelle che addirittura dopo un po’ vomitano.

Sicuramente giocare a titoli “calmi” rispetto a quelli super veloci aiuta molto. Nella nostra prova del playstation vr noi non abbiamo rilevato nessunissimo problema con i games tranquilli. Per games super veloci intendo tipo quelli di corsa o gare.

E’ anche importante fare una pausa di almeno 15 minuti dopo ogni ora di gioco. Questo lo suggerisce direttamente la Sony.

Nota bene: Sony suggerisce anche di non far usare il visore a bambini di età inferiore a 12 anni.

Insomma, non si capisce da cosa effettivamente il problema della nausea dipenda: forse dalla risoluzione dello schermo del visore sony. Nella nostra prova non l’abbiamo capito e non si sa. Potrebbe dipendere dalla qualità delle lenti, dalla sfocatura che si ha in alcune scene (negli oggetti a distanza) o anche dal ritardo del movimento (millisecondi).

Cmq per evitare qualsiasi fastidio usa il buonsenso; fai delle pause e non dimenticarti di sbattere le palpebre quando giochi!

Playstation VR Recensione | I Giochi

Un universo di gioco in realtà virtuale

Trova una nuova realtà con una vasta scelta di giochi già disponibili e presto in arrivo per PlayStation VR.

Puoi elevarti sopra città, respingere invasioni aliene, volare tra le stelle, viaggiare indietro nel tempo, diventare un campione di uno sport del futuro e non solo!

Guarda l’elenco completo dei giochi per Playstation VR e scopri dove ti porterà la tua immaginazione (e il tuo visore per la realtà virtuale 😀 )

  • Rigs Mechanized Combat League
  • VR Worlds
  • Robinson: The Journey
  • Batman: Arkham VR
  • Battlezone
  • Until Dawn™: Rush of Blood

RIGS Mechanized Combat League


Ambientato in un futuro non troppo lontano, RIGS Mechanized Combat League unisce elementi di varie discipline, come l’atletica, il basket e sport motoristici o da combattimento, mescolandoli in un cocktail esplosivo.

Il cuore del gioco sono i RIG: macchine sportive veloci, gigantesche e armate di tutto punto, che piloterai nella tua corsa verso la gloria.

Nei panni di un pilota di queste macchine, gareggerai in un’emozionante esperienza per giocatore singolo che spingerà al limite le tue abilità.

Dovrai mostrare le tue abilità nelle prove e conquistare il tuo diritto a competere per il titolo di campione nella modalità Carriera. Oppure puoi perfezionare le tattiche della tua squadra in incontri multigiocatore in 4 incredibili arene sparse per il mondo e affrontare ogni sfidante nello sport del futuro.

VR Worlds

Più che un gioco è una raccolta di 5 diverse esperienze da fare nella realtà virtuale. Puoi ritrovarti faccia a faccia con un enorme squalo bianco, esplorare relitti spaziali, sfrecciare nel traffico contromano, sopravvivere a uno sport futuristico. In fine, puoi diventare protagonista di una violenta storia di gangster ambientata a Londra.

Questa raccolta è uno dei giochi di lancio di Playstation VR.

Robinson: The Journey

Uno dei titoli che ci sono piaciuti di più. Possiamo scoprire un mondo incredibilmente vivo con i nostri stessi occhi grazie alla potenza di PlayStation VR. Dovrai mantenere i tuoi sensi all’erta per sopravvivere nell’habitat naturale di enormi dinosauri.

Esplorerai questi ambienti nei panni di Robin, un giovane la cui astronave è precipitata su un misterioso pianeta fermo all’era Giurassica.

Dovrai svela i segreti di questo incredibile mondo in una storia emozionante. Dovrai viaggiare per terre sconosciute insieme a un’intelligenza artificiale (un robot sferico) che vola al tuo fianco.

Puoi interagire con il terreno, le foglie e le creature che incontri, siano essi pacifici erbivori a immensi e feroci predatori tipo T-Rex.

Si puù assaporare e vivere il realismo creato dalla potenza del motore grafico CRYENGINE sul visore di PlayStation VR.

Batman: Arkham VR

Vuoi essere Batman? Cavolo, puoi esserlo veramente!

La tua missione per ripulire Gotham è appena cominciata e, questa volta, è più terrificante che mai. In esclusiva per PlayStation VR, Batman: Arkham VR ti farà diventare il cavaliere oscuro in una ricostruzione in realtà virtuale dei luoghi più emblematici legati al supereroe DC.

Esplorerai luoghi come Villa Wayne e la Batcaverna mentre combatti in una nuova storia ambientata nel classico universo di Arkham creato da Rocksteady.

Battlezone


Puoi scoprire la potenza di PlayStation VR anche mettendoti al comando di uno dei più potenti veicoli d’assalto del pianeta! Il carro armato Cobra.

Combatti nel caos esplosivo di un lontano futuro immerso nelle luci al neon. Affronta carri armati, torrette e sciami di creature meccaniche mentre lotti per la sopravvivenza del pianeta Terra. Grazie a mappe generate in modo procedurale e obiettivi variabili, ogni battaglia sarà unica.

Il livello di coinvolgimento che PlayStation VR permette, fornisce una consapevolezza tattica del campo di battaglia mai vista prima. Puoi quindi esaminare in un attimo la situazione attorno o sopra di te. Analizzare l’andamento della battaglia e pianificare le proprie manovre di conseguenza sono la chiave per conquistare il successo.

Potrai raccogliere una vasta scelta di armi devastanti, ciascuna con più varianti, e faire a pezzi forze nemiche di terra e d’aria. Quando il gioco si fa duro, basterà sfoderare una delle armi speciali per controllare la situazione.

Until Dawn: Rush of Blood

Se pagliacci, clown e parchi divertimento abbandonati ti fanno paura, non giocare a Until Dawn: Rush of Blood. Beh però se i clow ti fanno paura e vuoi fargliela pagare cara, allora giocaci!

Un’esperienza di realtà virtuale che farà palpitare il cuore di ogni appassionato di shooter arcade dal grilletto facile. Armato fino ai denti dovrai farti strada tra orde di nemici e creature mostruose in arrivo da ogni direzione.

Abbassati e schiva tutti gli oggetti che ti scaglieranno contro in questa corsa sulle montagne russe direttamente dall’inferno.

Riuscirai a sopravvivere a sette livelli di terrore puro per scalare le classifiche mondiali? Con svariati percorsi da intraprendere e musiche agghiaccianti che ti faranno drizzare i capelli, nessuna corsa è la stessa, e forse non lo sarai nemmeno più tu…

Aggiornamento al 10 Gennaio 2017

Stanno uscendo tantissimi altri titoli molto interessati da giocare col Playstation VR. Eccone alcuni che abbiamo selezionato:

Star Wars: Battlefront X-Wing VR: Titolo in uscita che ci permetterà di pilotare in Realtà Virtuale niente di meno che un caccia X-Wing di guerre stellari.

The London Heist: Ambientato in una Londra pressochè sconosciuta, tra sparatorie e gangsters di ogni genere.

Farpoint: Sopravvivere ed esplorare un pianeta ostile saranno i due obiettivi che dovrai affrontare in questo gioco.

Star Trek – Bridge Crew : Piloterai una spettacolare nave stellare di Star Trek, potendo scegliere di essere il capitano, l’ingegnere o il navigatore di bordo e dovendo collaborare tutti assieme. Questo è uno dei giochi per playstation vr che voglio provare sicuramente!

Resident Evil 7: La cupa e terrificante atmosfera horror di questo titolo sarà adesso ancora più “terrificante” perchè saremo immersi nel mondo in realtà virtuale.

EVE Valkyrie: Un gioco già famoso per l’Oculus Rift adesso disponibile anche per playstation vr e dove comanderemo una nave spaziali in avventure, esplorazioni e combattimenti.

Playstation VR Recensione | Prezzo

Premessa che abbiamo già fatto: Playstation VR funziona solamente in combinazione con Playstation Camera.

In più, se vuoi disporre dell’esperienza al top, che sia più immersiva possibile, è necessario acquistare anche una coppia di Playstation Move.

  • Il prezzo del singolo visore PlayStation VR su amazon è di 399 euro e lo trovi qui.

La Playstation VR è uscita nell’ottobre del 2016, quindi potesti provare a scovarla anche ripiegando sul mercato dell’usato. Io ti consiglio di acquistarla nuova e di controllare anche se trovi assieme al visore anche la camera già inclusa (se non ce l’hai già).

Facendo un rapido calcolo, il prezzo del playstation vr pacchetto completo si aggira sui 550 euro.

Resta comunque il visore più economico sul mercato, costando meno della metà dell’Oculus Rift e del Vive.

Un consiglio: Se il prezzo del playstation vr ti blocca un pò e vuoi provare l’ebrezza della realtà virtuale prima di decidere se acquistare o meno il VR PS4, c’è una soluzione. Ci sono tantissimi visori vr economici, qui abbiamo fatto una classifica. Nulla di paragonabile con PS4 VR sia chiaro, ma se vuoi provare la realtà virtuale questa è una soluzione lowcost.

9,29 EURBestseller No. 1
32,50 EURBestseller No. 2
Playstation VR - PlayStation 4
  • Schermo OLED PS VR...
  • Output a 120fps...

Playstation VR Recensione | Accessori

PlayStation Camera

L’incredibile rilevamento 1:1 di PlayStation VR è reso possibile da PlayStation Camera. Le due lenti sensibili alla profondità rilevano ogni movimento del visore PS VR, del controller DUALSHOCK 4 o del controller di movimento PlayStation Move, riproducendo le azioni nella realtà virtuale per un livello di coinvolgimento unico.

Playstation Camera è presente su amazon al prezzo di 69 euro, la trovi qui.

playstation camera per vr

PlayStation Move

Pensati per farti connettere ai mondi virtuali in modo intuitivo.
I controller di movimento PlayStation Move ti permettono di interagire facilmente con l’ambiente nella realtà virtuale! Riproducono le azioni che compi nella realtà per un senso di coinvolgimento incredibile nei giochi compatibili con PlayStation VR.

Dobbiamo sottolineare come questi controlli siano veramente utili in molti giochi. Sono sicuramente il modo migliore, e quello più naturale, per interagire con l’ambiente virtuale.

  • La coppia di Playstation Move è possibile acquistarla su amazon a circa 85€ e la trovi qui.

playstation vr

17,51 EURBestseller No. 1
1,25 EURBestseller No. 2
PlayStation Move Motion Controller [Edizione: Regno Unito]
  • Sony Playstation...
  • Kompatibel mit Sony...

Plantronics RIG 4VR

Progettate per completare alla perfezione il visore PS VR.

Le cuffie RIG 4VR ufficiali vantano una struttura ultra leggera per restare immersi nel gioco più a lungo senza fastidi. Il cavo di 0,4 m offre una maggiore libertà di movimento e un comfort ottimale.

playstation vr

Il rig costa circa 60€ e lo trovi su amazon qui.

9,99 EURBestseller No. 1
Plantronics Plant-Head-203801-05 Cuffie
  • ispirato per i...
  • design leggero e...
Bestseller No. 2
Plantronics RIG 600 Headset
  • Ref - 941631
  • Marca - Plantronics

Base di design

Se vuoi mettere in mostra il tuo visore PS VR al centro della tua configurazione di gioco, questa elegante base con luci LED che illuminano il visore quando non è in uso farà al caso tuo.

playstation vr

Custodia da viaggio

Trasporta il visore PS VR, l’unità processore e i cavi in tutta sicurezza e con stile, ovunque tu vada. Perfetta per le sessioni di gioco con PS VR a casa di un amico.

La custodia da viaggio la trovi a circa 80€ su amazon a questa pagina.

playstation vr

17,51 EURBestseller No. 1
5,09 EURBestseller No. 2
BB Custodia ufficiale Playstation VR
  • Big Ben Case...
  • Codice Prodotto:...

Il Futuro di PlayStation VR

Il successo di Playstation VR è legato ovviamente agli sviluppatori, vero ago della bilancia.

Se i team di sviluppo decideranno di supportare a pieno regime questa nuova tecnologia, allora molto presto avremo a disposizione avventure di ogni genere.

E speriamo!

A oggi non esiste infatti un gioco in grado di trasformare Playstation VR in un “must buy“, ma al contempo le numerose esperienze videoludiche presenti sul mercato dimostrano come la realtà virtuale possa prendere una piega più che positiva.

Playstation VR può essere usato anche dai titoli standard, attivando la modalità Cinematic, ripiegando praticamente sulla simulazione di uno schermo 80 pollici, in perfetto stile cinematografico.

Purtroppo la risoluzione non è elevata ma l’effetto è davvero apprezzabile, soprattutto se vi mettete comodi e vi godete un bel film.

Tabella comparativa tra Playstation VR vs Oculus Rift e HTC Vive

Tabella comparativa tra PlayStation VR & Oculus Rift & HTC Vive Comparison
PlayStation VROculus RiftHTC Vive 
NomePlayStation VRRiftVive VR
Costo€399 senza accessori (consigliati)€599 incluso il controller Xbox One ma non l’Oculus Touch€799 con inclusi due controller.
Tipo DisplayUnicoDue schermiDue schermi
Risoluzione Display960 x 1080 per occhio (ris. totale schermo 1920×1080)1080 x 1200 per occhio (ris. schermi combinati 2160 x 1200)1080 x 1200 per occhio (ris. schermi combinati 2160 x 1200)
Campo visivoCirca 100°Circa 100° – 110°Circa 110°
Refresh90Hz, 120Hz90hz90hz
Requisiti di sistema minimiSony PlayStation 4 o PS4 ProNVIDIA GTX 960 , Intel i3-6100 /AMD FX4350, 8GB+ DDR3 RAM, HDMI 1.3 video output, 1 porta USB 3.0 + 2 porte USB 2.0NVIDIA GTX 970/ AMD R9 290, Intel i5-4590/AMD FX 8350, 4GB+ RAM, HDMI 1.4 o DisplayPort 1.2 o 1 porta USB 2.0
AudioAudio 3D incluso.Audio 3D incluso.Nessuno
ConnessioniVisore VR: HDMI, AUX, Stereo Jack per cuffie.
Unità del processore: HDMI TV, HDMI PS4, USB, HDMI, AUX
HDMI, USBHDMI/Display Port, USB, and power
Peso610g470g555g
SensoriAccelerometro Giroscopio, Magnetometro, Tracciamento PS EyeAccellerometro, giroscopio, magnetometro, sensore tracciamento.Accellerometro, giroscopio, sensore laser
Data di uscitaOttobre 2016Marzo 2016Aprile 2016
ControllersDualShock, PS Move ( tutti venduti separatamente)Controller Xbox One, Remote (incluso), Oculus Touch, (€199)2 Controllers Wireless inclusi.

Playstation VR Recensione | Conclusioni

Dopo aver provato PlayStation VR fa davvero strano tornare a giocare senza indossarlo. Sony ha creato veramente qualcosa di spettacolare.

È vero, Sony è scesa a qualche compromesso per il suo visore ma la maggior facilità di utilizzo rispetto ai concorrenti la avvantaggiano. La facilità di condivisione e straming, una migliore qualità delle lenti e un costo accessibile lo rendono il mezzo perfetto per portare la realtà virtuale nei salotti di migliaia di utenti.

L’effetto wow, specialmente con alcuni giochi, è garantito.

Il futuro del gaming è nella realtà virtuale? Dopo aver provato PlayStation VR ci viene seriamente da pensarlo, almeno per quanto riguarda alcune categorie di videogiochi!

Come spostare le app su sd | La guida

Se sei arrivato fin qui probabilmente hai riempito la memoria interna del tuo cellulare o del tuo tablet e adesso non ti permette di installare altre applicazioni. Se hai un telefono o tablet (Android) con scheda SD, in cinque minuti ti spieghiamo come spostare le app su SD!

Menu di navigazione nell’articolo:

  1. Come spostare le app su sd per liberare la memoria interna del cell o del tablet.
  2. Quale è la soluzione?
  3. Come sposto tutte le app su sd?
  4. Come spostare le app su SD con Android 6.0 Marshmallow e versioni successive
  5. Come impostare la scheda SD come memoria interna
  6. Come spostare le app su SD con versioni di Android precedenti alla 6.0
  7. Come spostare le app su SD con i permessi di Root
  8. Conclusioni

Come spostare le app su sd per liberare la memoria interna del cell o del tablet.

Le applicazioni scaricate dagli store (apple store, play store o altri) si installano automaticamente nella memoria interna del dispositivo.

La memoria interna di alcuni telefoni o tablet ha dimensioni ridotte. Tende quindi tende ad esaurirso molto velocemente, creando rallentamenti a tutto il sistema operativo.

Quale è la soluzione?

Se il nostro dispositivo è provvisto di scheda SD vale la pena, se possibile, impostare la scheda come memoria destinata all’installazione delle applicazioni.

In questo modo utilizzeremo la memoria interna esclusivamente per quei file necessari al funzionamento del dispositivo. Per il resto utilizzeremo la memoria espandibile.

Come sposto tutte le app su sd?

La possibilità di spostare le app sulla scheda sd esterna dipende principalmente dalla versione di Android sul nostro cellulare/tablet.

Con Android 6.0 Marshmallow è possibile impostare la scheda SD come memoria interna in modo da poterci installare automaticamente le applicazioni.

Per quanto riguarda le versioni precedenti di Android dipende da come è stata sviluppata l’app dal suo realizzatore. Questa potrebbe essere esclusivamente installata sulla memoria interna o avere la possibilità di essere spostata su scheda SD.

come spostare le app su sd

Se si volesse avere il pieno controllo della memoria del telefono, bisognerebbe avere i permessi di root (ovvero utilizzare il telefono come fossimo sviluppatori).

In questo modo potremmo spostare qualsiasi app a nostro piacimento.

Come spostare le app su SD con Android 6.0 Marshmallow e versioni successive

Tradizionalmente, le schede SD nei dispositivi Android sono sempre state intese come archivi per memorizzare foto, musica e video. In questo modo si ha sempre la possibilità di trasferire questi file dove si vuole, semplicemente estraendo la scheda SD e inserendola nel lettore del pc. Ad oggi è anche possibile traferire i file con il Wi-Fi o usando cloud online.

Con le versioni di Android più recenti è possibile usare la scheda SD come memoria interna del dispositivo.

In questo modo, se l’applicazione ce lo permette, è possibile installare direttamente sulla memoria esterna.

Attenzione però: non sarà possibile rimuovere la scheda SD dal dispositivo senza compromettere la funzionalità del dispositivo. Inoltre, la scheda SD non sarà utilizzabile in altri dispositivi, compreso il PC senza dover essere prima formattata.

La scheda SD, con Android Marshmellow, viene formattata come unità EXT4, crittografata e montata come parte del sistema.

Siccome questa scheda diventa la memoria del vostro telefono/tablet, assicurati di comprare una buona scheda SD, con buone velocità di lettura e scrittura. Oggi su amazon si trovano le migliori schede micro sd a prezzi economici.

Come impostare la scheda SD come memoria interna

Per impostare la scheda come memoria interna per installarci sopra tutte le applicazioni (che lo consentono) devi fare questo procedimento:

  1. inserire la scheda nel dispositivo;
  2. andare nelle impostazioni, precisamente alla sezione Archiviazione e USB per trovare l’opzione che permette di configurare la scheda SD come memoria interna;
  3. accettare quindi che la scheda sia formattata e cancellata completamente;
  4.  continuare nella procedura guidata.

Prima che la scheda venga formattata vi verrà ricordato che se ci saranno file sulla scheda SD, questi verranno eliminati nella procedura. Attenzione quindi. Se avete dei file già presenti, salvateli da qualche parte.

Una volta finito si potrà scegliere di spostare i dati che sono attualmente nella memoria interna del dispositivo,  sulla scheda SD.

Finita questa procedura, le applicazioni future e le foto scattate verrano automaticamente installate sulla scheda SD.

La memoria interna rimarrà comunque lo spazio predefinito di tutti i contenuti generati dalle app.

LEGGI ANCHE: Le Migliori Schede SD – La Classifica

Come spostare le app su SD con versioni di Android precedenti alla 6.0

Con le versioni più datate di Android, è possibile spostare sulla scheda SD solamente alcune applicazioni.

In particolare le app che sono state sviluppate in modo da non dover essere installate necessariamente sulla memoria interna dei device.

La procedura per spostare le app su SD può cambiare a seconda del dispositivo usato, ma generalmente bisogna andare in Impostazioni > Applicazioni > Gestione Applicazioni e poi, dalla lista di app, premere il tasto di impostazioni in alto o cercare la lista di app installabili su scheda SD.

Da qui si potrà selezionare ciascuna app e spostarla con il relativo pulsante.

Sul PlayStore è presente un’utile applicazione che permette di scansionare le app presenti sul dispositivo. In questo modo puoi sapere quali possono essere spostate sulla scheda SD. Questa app si chiama AppMgr III. E’ gratuita e non pesa nemmeno molto.

Come spostare le app su SD con i permessi di Root

Come abbiamo accennato prima, Android permette di spostare le applicazioni sulla scheda SD soltanto se lo sviluppatore di quelle applicazioni lo consente.

Sono molte le app che non si possono spostare, a meno che non si ottengano permessi di root.

Cosa è il root?

Il root è una procedura mediante la quale si ottengono i permessi da amministratore su Android. Ciò consente di utilizzare applicazioni come Link2SD, le quali permettono di agire in maniera profonda sulle impostazioni di sistema bypassando le restrizioni standard di Android.

La procedura di root non è particolarmente complessa, tuttavia varia da dispositivo a dispositivo e necessita di un po’ di tempo per essere portata a termine. Inoltre può comportare la cancellazione completa delle app e dei dati presenti sul device.

In questo caso basterà un’app come Link2SD capace di ingannare il sistema e spostare ogni app su scheda SD tramite il trucco dei link simbolici.

come spostare le app su sd

Funziona cosi: il sistema crede che le app siano nella memoria interna dove invece ci sono solo i collegamenti.
Prima di usare Link2SD però è necessario, dal PC, partizionare la scheda SD con il programma gratuito per Windows MiniTool Partition Wizard.

Questo programma è molto semplice e intuitivo e questi sono i passaggi che dovrete fare:

  1. selezionare la scheda SD;
  2. cancellare la partizione attuale;
  3. crearne una nuova primaria di tipo FAT32, che prenda parte dello spazio
  4. cliccare col tasto destro sullo spazio ancora non allocato;
  5. creare una nuova partizione sulla scheda SD, che sia non di tipo FAT, ma con file system EXT3;
  6. premere il tasto Apply in alto per applicare i cambiamenti;
  7. la scheda è pronta per contenere le app spostate con Link2SD.

Conclusioni

In conclusione, il modo per spostare i file su SD dipende dalla versione di Android presente sul vostro telefono o sul vostro tablet. La domanda “Come spostare le app su sd” trova due soluzioni possibili:

  1. Per le versioni più recenti, cioè quelle dopo la 6.0 Marshmallow, l’operazione è semplice e intuitiva.
  2. Per le versioni meno recenti bisogna limitarsi a spostare solo determinate applicazioni oppure affidarsi ai permessi di root.

Se hai altre domande, scrivici pure nei commenti.

Miglior Visore VR | Guida all’Acquisto 2017

Qualche settimana fa abbiamo visto insieme quali sono i migliori visori vr nella fascia di prezzo economica. Adesso invece scopriamo qual’è il miglior visore VR per ogni singola fascia di prezzo.

La classifica è aggiornata a gennaio 2017 ed è in continuo aggiornamento. Se vuoi proporre un visore vr perchè sia aggiunto alla lista,  scrivilo nei commenti e valutermo il modello per l’inclusione nella classifica.

Qual’è il miglior visore VR?

Questa forse non è la miglior domanda che ti devi fare.
Forse sarebbe meglio chiedersi:

Qual’è il miglior visore VR per il mio budget? 

Oppure:

Qual’è il miglior visore VR per la mia configurazione?

Siccome uno dei metri di misura fondamentali è il prezzo, vediamo insieme di capire quali siano i miglior visori vr su cui vale la pena concentrarsi.

Per ogni fascia diamo sempre e almeno 2 opzioni. In questo modo si ha sempre un scelta maggiore e sopratutto anche un metro di misura utile per valutare l’acquisto del nostro visore.

Miglior Visore VR – Fascia di Prezzo Alta (oltre 500€)

Miglior Visore VR – Fascia di Prezzo Medio Alta (oltre 300€)

Miglior Visore VR – Fascia di Prezzo Media (fino a 100€)

Miglior Visore VR – Fascia di Prezzo Bassa (30-60€)

Miglior Visore VR – Fascia di Prezzo SuperBassa (0-30€)

 

Visore VR OCULUS RIFT

miglior visore vr

Prezzo: €999
Piattaforma: PC
Risoluzione per occhio: 1,080 x 1,200
Angolo FOV: 110
Frame Rate: 90Hz
Regolazione lenti (distanza):

Quando si parla di visori VR, Oculus Rift rappresenta senz’altro il nome più noto e quasi un vero punto di riferimento per l’intero settore.

L’azienda è stata acquistata recentemente dal Facebook e ha da poco lanciato sul mercato la versione definitiva di Oculus Rift, dopo il grande successo dei precedenti Dev Kit 1 e Dev Kit 2.

Prima di tutto, il device offre una qualità visiva incredibile, con uno schermo OLED da 2160×1200 pixel (1080×1200 per occhio) ed un refresh rate da 90Hz.

Inoltre il visore è provvisto di accelerometro, giroscopio, magnetometro e tracking posizionale a 360 gradi, oltre ad un sistema audio 3D integrato per un’immersione totale del giocatore.

L’altra faccia della medaglia è rappresentata dalle richieste hardware: per un utilizzo ottimale, infatti, sarà necessario un PC con una CPU Core i5-4590 equivalente o superiore, una scheda video GeForce GTX 970/AMD Radeon R9 290 equivalente o superiore e almeno 8 GB di memoria RAM; una configurazione non proprio alla portata di tutti!

529,38 EURBestseller No. 1
625,37 EURBestseller No. 2

Visore VR HTC VIVE

miglior visore vr

Prezzo: €899
Piattaforma:
PC
Risoluzione per occhio: 1,080 x 1,200
Angolo FOV: 110
Refresh Rate: 90Hz
Regolazione lenti (distanza):

Il visore VR frutto della collaborazione tra HTC e Valve presenta anch’esso un display OLED da 2160×1200 pixel con frequenza di aggiornamento a 90Hz.

Oltre ai sensori presenti al suo interno, perfettamente paragonabili a quelli di Oculus, Vive si distingue soprattutto per la presenza di una camera frontale per l’utilizzo in realtà aumentata e per la maggiore area d’azione: grazie ai due rilevatori laser esterni, infatti, sarà possibile coprire un raggio d’azione di 5m x 5m, permettendo al giocatore maggior libertà di movimento.

Anche in questo caso non variano le richieste hardware, che rendono necessario un PC con almeno CPU Intel Core i5-4590, una scheda video GeForce GTX 970/AMD Radeon R9 290 4 GB di RAM.

Virsore VR Sony Playstation VR (PSVR)

miglior visore vr

Prezzo: €399,99
Piattaforma: PlayStation 4
Risoluzione per occhio: 960 x 1,080
Angolo FOV: 100
Frame Rate: 120Hz
Regolazione lenti (distanza):

Al momento PlayStation VR rappresenta l’unico prodotto destinato al mercato console; e naturalmente alla console di casa Sony, ossia PlayStation 4.

Precedentemente conosciuto come Project Morpheus, PlayStation VR permette un livello di intrattenimento unico grazie alla potenza hardware del visore abbinata ai numerosi accordi stipulati con software house leader nel settore.

Il device è dotato di uno schermo OLED da 5.7″ con risoluzione di 1920 x 1080 pixel (960 x 1080 pixel per occhio), accelerometro e giroscopio a 3 assi ed una frequenza di aggiornamento di 90-120Hz.

Oltre alle numerose possibilità dedicate al gaming, il visore prevede una modalità Cinema per poter godere di tutti i propri contenuti multimediali esattamente come davanti ad un megaschermo cinematografico.

Per il suo funzionamento, tuttavia, PlayStation VR necessita la presenza di PlayStation Camera per poter garantire il riconoscimento del giocatore nell’ambiente di gioco.

NOTA: Clicca qui per leggere la nostra recensione del Playstation VR.

Visore VR Razer OSVR

miglior visore vr razer

Prezzo: €349,99
Piattaforma: PC
Risoluzione per occhio: 1080 x 1200
Angolo FOV: 110
Frame Rate: 90Hz
Regolazione lenti (distanza): si

Il progetto open source di Razer, tra i leader nell’hardware e accessoristica da gaming, rappresenta il più economico tra i visori VR di fascia alta.

Anche se attualmente disponibile nella sola edizione Dev Kit, OSVR permette un’esperienza completa nella fascia dei visori All in One, grazie ad un display OLED da 5.5″ Full HD- Possiede anche un sensore giroscopico e un accelerometro programmabili ed una camera IR per il riconoscimento del giocatore in profondità, garantendo un’immersione completa in ambiente virtuale.

Inoltre Razer OSVR supporta la piattaforma Steam VR, garantendo accesso immediato ad un catalogo ben fornito di titoli di ogni genere.

Per garantire un’esperienza ottimale su ogni PC Razer promette un’ottimizzazione variabile in base alle vostre specifiche hardware, nonostante si consigli un PC di fascia alta per poter godere pienamente dell’esperienza in VR.

Bestseller No. 1
Razer Osvr HDK Occhiali Virtuali + Access per Smartphone Nero
  • Consegnato con una...
  • Dual Display schermo...
625,37 EURBestseller No. 2

Visore VR Samsung Gear VR

miglior visore vr

Prezzo: circa €90
Piattaforma: Android Phone
Risoluzione per occhio: dipende dallo smartphone
Angolo FOV: 101
Frame Rate: 60Hz
Regolazione lenti (distanza):

Gear VR è il primo visore per realtà virtuale mobile sviluppato da Samsung in collaborazione con Oculus.

Gear VR ha dei sensori integrati (accelerometro, giroscopio e magnetometro) che permettono di ridurre il ritardo tra il movimento della testa e le immagini sullo schermo sotto i 20 millisecondi.

Il vantaggio?

L’effetto di nausea da simulazione diminuisce sensibilmente.

Materiali ottimi e design ben curato; il Gear VR è leggero, si può indossare con o senza gli occhiali ed è comodo essendo ricoperto all’interno da una maschera morbida in spugna che avvolge il viso.

10,01 EURBestseller No. 1
Bestseller No. 2

Visore VR Google DayDream View

miglior visore vr

Prezzo: circa €90
Piattaforma: Android Phone
Risoluzione per occhio: dipende dallo Smartphone
Angolo FOV: 90
Frame Rate: 60Hz
Regolazione lenti (distanza): no

Daydream è il nuovo visore VR di Google. Qui puoi leggere la recensione  del Daydream che abbiamo scritto.

Dopo una lunga attesa è finalmente arrivato anche questo prodotto, costruito per la realtà virtuale specificatamente da smartphone. Ed ovviamente adatto ad inserire al suo interno i nuovi smartphone Google Pixel e Google Pixel XL presentati in contemporanea.

Google dichiara di aver lavorato con sviluppatori, programmatori, aziende produttrici di smartphone, e publishers creatori di contenuti. Tutto questo per dare vita al Daydream, pensato esclusivamente per l’ambiente Mobile.

Il Daydream ha anche un controller remoto per potersi muovere nel menù del telefono quando si è in realtà virtuale. Gli altri visori invece, potrebbero aver bisogno di un controller vr supplementare.

Il visore è stato costruito con dei materiali leggeri ed a vista sembrerebbe fatto di tessuto.

Daydream è  il 30% più leggero dei dispositivi concorrenti, e si può utilizzare anche indossando gli occhiali.

Bestseller No. 1
Bestseller No. 2

Visore VR HOMIDO VR

miglior visore vr

Prezzo: circa €60
Piattaforma: Smartphone
Risoluzione per occhio: dipende dallo Smartphone
Angolo FOV: 90
Frame Rate: 60Hz
Regolazione lenti (distanza):

Homido VR è il primo visore per realtà virtuale per mobile sviluppato dalla omonima compagnia Homido e per adesso entra nella classifica del miglior visore vr 2017.

Tra i visori cardboard più apprezzati, HOMIDO VR vanta, rispetto ai precedenti, un’ottica decisamente di livello superiore, offrendo una resa visiva migliore anche con smartphone di fascia media.

L’alloggiamento semi aperto frontale permette l’installazione di smartphone fino a 6″ e garantisce l’inserimento immediato di cuffie per una maggiore immersione in VR.

La qualità del prodotto e delle lenti è ottima, come anche la scelta dei materiali.

Bestseller No. 1
Homido Virtual reality Headset per smartphone
  • Lenti VR fatte su...
  • Correzione...
Bestseller No. 2
HOMIDO Virtual Reality Headset
  • Visore Realtà...
  • Compatibile con iOs...

Visore VR TaoTronics VR 3D

miglior visore vr

Prezzo: circa €30
Piattaforma: Smartphone
Risoluzione per occhio: dipende dallo Smartphone
Angolo FOV: 90
Frame Rate: 60Hz
Regolazione lenti (distanza):

I VR di TaoTronics sono di tipo “passivo” e “attivo”. Ovvero consentono di sfruttare le app e i giochi di Realtà Virtuale presenti su App Store direttamente su iPhone, e quelle compatibili con smartphone Android.

Le braccia regolabili del supporto tengono saldamente tutti gli smartphone il cui schermo è compreso tra i 4 e 5.5 pollici.

Il visore permette poi di regolare la distanza tra i due oculari e la profondità, tramite i distanziatori posti sia sopra gli occhiali sia lateralmente.

Si tratta di un prodotto di qualità, realizzato con buoni materiali e con una qualità delle lenti sicuramente buona.

Visore VR iHarbort Cardboard

miglior visore vr iharbort

Prezzo: circa €17
Piattaforma: Smartphone
Risoluzione per occhio: dipende dallo Smartphone
Angolo FOV: 90
Frame Rate: 60Hz
Regolazione lenti (distanza):

iHarbort Cardboard supporta i display di dimensioni da 4 pollici fino ad un massimo di 6 pollici.

Il design di questo modello è molto compatto, leggero e sottile, e questo non lo fa pesare per nulla sulla testa.

Se poi ci aggiungiamo la morbida spugna rivestita in similpelle otteniamo una grande ergonomia.

Le fasce sono molto larghe, resistenti e comode per la testa e contribuiscono a non far pesare il device.

Su questo modello abbiamo poi anche delle manopole per poter regolare la distanza interpupillare, cosa molto importante per adattarlo al massimo a tutte le esigenze.

Bestseller No. 1
Bestseller No. 2

Visore VR Google Cardboard

miglior visore vr

Prezzo: circa €9
Piattaforma: Smartphone
Risoluzione per occhio: dipende dallo Smartphone
Angolo FOV: 90
Frame Rate: 60Hz
Regolazione lenti (distanza): no

Per quanto la soluzione di Google possa sembrare decisamente rudimentale, il noto visore di cartone riesce comunque a garantire ottimi risultati per un primo approccio alla Realtà Virtuale.

Il Google Cardboard presenta di base un tag NFC per l’apertura automatica delle applicazioni sviluppate per la visione in VR. Entra di diritto nella classifia del miglior visore vr, essendo stato quasi un pioniere di questa tecnologia.

Inoltre è provvisto di un magnete per l’interazione con i pulsanti delle diverse app, come l’apertura/chiusura dei video a 360° di YouTube o le piccole azioni richieste da alcune piccole tech demo in VR.

L’alloggiamento del Cardboard permette l’utilizzo di smartphone con schermi da 4″ fino a 5.5″ circa. Un difetto? Dopo poco il peso del visore sulla parte alta del naso puo’ infastidire.

50,00 EURBestseller No. 2

Conclusioni

Il mondo della realtà virtuale è in continuo sviluppo e miglioramento! Sempre più aziende sviluppano il proprio visore e sempre più persone si avvicinano a questo mondo.

In questa guida mi abbiamo presentato i migliori visori VR del 2017 suddivisi in fasce di prezzo, in modo potersi orientare nella scelta in modo semplice.

Se ti interessa solamente un primo assaggio di questa nuova tecnologia, vi basterà un visore VR per Smartphone.

Se invece vuoi godere di questa tecnologia al massimo delle sue capacità la tua scelta dovrà ricadere su Oculus Rift, HTC Vive o Razer OSVR. In questo caso però necessiterete anche di un PC di altissime prestazione per sfruttare a pieno il vostro visore. Per la console andate sicuri sul Playstation VR.

Migliori Visori Vr Economici

Secondo i risultati di un sondaggio ancora in corso, la maggioranza degli appassionati di tecnologia, ancora non ha provato l’esperiencoza della realtà virtuale. Per questo motivo, dobbiamo assolutamente promuovere questa tecnologia, che la maggior parte delle persone ancora nemmeno conosce.

In questo articolo, vogliamo quindi proporti i migliori visori vr economici in circolazione! Lasciamo da parte i visori top di gamma tipo oculus, vive e playstation vr. Cerchiamo un visore che possiamo permetterci senza nessuno sforzo e che ci possa introdurre nel mondo della realtà virtuale.

La domanda che tutti si fanno è: qual’è il miglior visore vr economico?

Utilizzando gli accessori smartphone indossabili di cui vi stiamo per parlare vi sembrerà proprio di essere nel futuro e potrete provare finalmente questa nuova fantastica tecnologia.

Se vuoi andare direttamente alla classifica, scorri in basso la pagina o utilizza il menù.

I Migliori Visori VR Economici

Non siamo più ormai nell’epoca in cui, per vedere film, si poteva solamente andare al cinema; è finita l’era della TV a tubo catodico, delle TV LCD e anche di quelle al plasma.

Adesso siamo nell’era della realtà virtuale!

Migliori Visori Vr Economici

Cosa sono i visori vr?

Per chi non lo sapesse, si tratta di un modo per vedere video, immagini e film tramite degli occhiali che possiamo posizionare davanti ai nostri occhi. E non solo, perchè se si possiede anche un joypad Bluetooth per smartphone si può anche giocare ai videogames nella realtà virtuale indossando i visori vr.

I visori vr funzionano semplicemente inserendo uno smartphone al loro interno, e al massimo installando un’app.

Questi dispositivi garantiscono l’esperienza più immersiva che si possa avere guardando uno schermo, in quanto grazie ad un sofisticato sistema di lenti riescono a fare in modo che il display sia pochissima distanza dagli occhi (e ovviamente a fuoco).

La cosa più bella è poi che nonostante si tratti di qualcosa di veramente innovativo, alcuni dei migliori visori VR sono molto economici. Potete portarveli a casa con poche decine di euro ed avere anche una discreta qualità.

Questi device saranno presto super diffusi in tutto il mondo. Basti pensare a McDonald’s che recentemente ha annunciato che trasformerà le scatole degli Happy Meal in visori per la realtà virtuale.

TOP 5 MIGLIORI VISORI VR ECONOMICI

Qua di seguito vi elenchiamo quelli che secondo noi sono i 5 migliori visori VR economici sul mercato attualmente disponibili.

Non perdiamo tempo e andiamo subito a presentarli!

Miglior visore vr: UMI VR BOX 3

UMi estende la gamma dei suoi prodotti anche ai visori VR presentando il nuovo UMi Box 3, già disponibile su Amazon a un prezzo davvero interessante.

UMi Box 3 è un visore compatibile con smartphone dotati di display da 3.5 a 6 pollici (dimensioni consigliate a partire da 4.7 pollici). E’ realizzato in ABS e resina per favorirne la leggerezza e un design ergonomico.

Le lenti sono regolabili per mettere bene a fuoco l’immagine ed è presente un pulsante magnetico per utilizzare le icone sullo schermo senza toccare il visore.

PRO

  • cuscinetti comodi
  • facile da utilizzare

CONTRO

  • materiali migliorabili
  • non leggerissimo
Bestseller No. 1
9,60 EURBestseller No. 2

Miglior visore vr: BOBOVR Z4

BoboVR Z4 è un buon visore per la realtà virtuale, economico e abbordabile rappresenta un’ottima alternativa sia ai marchi più blasonati (e costosi) sia ai materiali “cheap” della Cardboard di Google. Lo abbiamo recensito qui.

miglior visore vr Migliori Visori VR Economici

Nella ricerca del miglior visore vr (economico si intende) il BoboVR Z4 è un ottimo scelta. E’ versatile e in grado di fornire una completa esperienza virtuale. E’ compatibile con tutti i dispositivi a partire da 4,7 pollici e fino a 6,2 pollici.

Questo visore è realizzato con plastica rigida e presta grande attenzione alle rifiniture e ai dettagli.

>> Leggi la recensione del BoboVR z4 a questa pagina.

PRO

  • rapporto qualità/prezzo
  • cuffie incorporate
  • completamente regolabile

CONTRO

  • telecomando bluetooth non incluso
  • nessun utilizzo fotocamera
  • audio non eccelso
Bestseller No. 1
3,75 EURBestseller No. 2

Miglior visore vr: VR 3D TAOTRONICS

Uno dei migliori visori VR economici è sicuramente il TaoTronics VR 3D!

miglior visore vr Economici

I VR di TaoTronics sono di tipo “passivo” e “attivo”. Ovvero consentono di sfruttare le app e i giochi di Realtà Virtuale presenti su App Store direttamente su iPhone, e quelle compatibili con smartphone Android.

Le braccia regolabili del supporto tengono saldamente tutti gli smartphone il cui schermo è compreso tra i 4 e 5.5 pollici.

Il visore permette poi di regolare la distanza tra i due oculari e la profondità, tramite i distanziatori posti sia sopra gli occhiali sia lateralmente.

Si tratta di un prodotto di qualità, realizzato con buoni materiali e con una qualità delle lenti sicuramente buona.

PRO

  • buoni materiali
  • leggero
  • dimensioni contenute

CONTRO

  • difficile regolazione lenti

No products found.

Miglior visore vr: Homido VR

Homido VR è il primo visore per realtà virtuale per mobile sviluppato dalla omonima compagnia Homido.

Tra i visori cardboard più apprezzati, HOMIDO VR vanta, rispetto ai precedenti, un’ottica decisamente di livello superiore, offrendo una resa visiva migliore anche con smartphone di fascia media.

Migliori Visori VR Economici

L’alloggiamento semi aperto frontale permette l’installazione di smartphone fino a 6″ e garantisce l’inserimento immediato di cuffie per una maggiore immersione in VR.

La qualità del prodotto e delle lenti è ottima, come anche la scelta dei materiali.

PRO

  • leggero
  • rivestimento comodo
  • regolazione distanza interpupillare
  • regolazione distanza focale

CONTRO

Bestseller No. 1
Homido Virtual reality Headset per smartphone
  • Lenti VR fatte su...
  • Correzione...
Bestseller No. 2
HOMIDO Virtual Reality Headset
  • Visore Realtà...
  • Compatibile con iOs...

Miglior visore vr: SAMSUNG GEAR VR

Gear VR è il primo visore per realtà virtuale mobile sviluppato da Samsung in collaborazione con Oculus.

Migliori Visori VR Economici

Rispetto a Google Card Board che utilizza solo i sensori del telefono, il Gear VR ha dei sensori (accelerometro, giroscopio e magnetometro) integrati. Questo vantaggio ha permesso di ridurre il ritardo tra il movimento della testa e le immagini sullo schermo sotto i 20 millisecondi. Il vantaggio?  l’effetto di nausea da simulazione diminuisce sensibilmente.

Materiali ottimi e design ben curato; il Gear VR è leggero, si può indossare con o senza gli occhiali ed è comodo essendo ricoperto all’interno da una maschera morbida in spugna che avvolge il viso.

PRO

  • store dedicato
  • ottima ergonomia
  • assenza di effetto nausea
  • touchpad sul visore

CONTRO

  • non c’è l’audio integrato
  • effetto screendoor
  • durata batteria non eccelsa
  • surriscaldamento dopo intenso utilizzo
10,01 EURBestseller No. 1
Bestseller No. 2

CONCLUSIONI

In conclusione, i primi quattro dei migliori visori vr economici proposti vi permetteranno di avere un assaggio di questo mondo virtuale. Considerate che il Samsung Gear VR offre qualcosa in più rispetto agli altri, aumentando la qualità della vostra esperienza virtuale.

Adesso tocca a te scegliere il visore che fa al caso tuo e immergerti in questo fantastico mondo virtuale!

Migliori schede SD per Fotocamere

Anno dopo anno le fotocamere si migliorano sempre di più e richiedono una sempre maggior velocità di trasferimento dati dalle schede SD! In questo articolo vi proponiamo le migliori schede SD per fotocamere, prendendo in considerazione soprattutto la velocità di scrittura e lettura delle schede di memoria.

migliori schede sd per fotocamere

Le fotocamere più recenti hanno funzioni che possono stressare le schede SD e metterle alle corde! Video in 4k con frame rate molto alti come 120fps e raffiche fotografiche molto lunghe hanno bisogno di una scheda SD che tenga il passo!

Velocità di Lettura e Scrittura

Per scoprire se la scheda di memoria è all’altezza della sfida bisogna controllare le velocità di scrittura e di lettura.

Di queste, la velocità di scrittura è di gran lunga la più importante per la maggior parte degli utilizzi della fotocamera. Questa consiste nella velocità che la scheda impiega per salvare i dati.

La velocità di lettura ti dice quanto velocemente si possono ottenere i dati dalla scheda. Quindi noi baseremo la nostra classifica sulla velocità di scrittura, che è quella più importante per noi.

Chiaramente non tutte le schede funzionano in tutte le fotocamere! Prima dell’acquisto bisogna controllare quali possono essere lette dal nostro dispositivo.

Migliori schede SD per fotocamere

SanDisk Extreme Pro

Questa scheda è una Sd Classe 10 UHS-II U3 ed ha una velocità di lettura fino a 280MB/s e una velocità di scittura fino a 250MB/s. La troviamo nella versione da 16, 32 e 64 GB.

migliore-scheda-sd-per-fotocamere

Questa è una delle top di gamma della affermata casa produttrice SanDisk. Un ottimo prodotto con buonissime prestazioni!

10,09 EURBestseller No. 1
7,69 EURBestseller No. 2

Toshiba Exceria Pro

Toshiba non è mai stata rinomata per le sue schede SD, ma con la serie Exceria Pro si è guadagnata un posto in questa classifica!

migliore-scheda-sd-per-fotocamere

Quest’ultima è una SD Classe 10 UHS-II U3 ed è caratterizzata da una velocità di lettura fino a 260MB/s e una velocità di scrittura fino a 240MB/s. La troviamo nella versione da 16, 32, 64 e 128GB.

0,01 EURBestseller No. 2

Lexar Professional 2000x

UHS-II con classe di velocità U3, velocità di lettura fino a 300MB/s, velocità di scrittura oltre i 242MB/s! Queste sono le specifiche di questo gioiellino prodotto dalla Lexar! Una delle migliori schede sd per fotocamere grazie alle prestazioni che fornisce.

La Lexar Professional 2000x la troviamo nelle versioni da 32, 64 e 128GB.

migliore-scheda-sd-per-fotocamere-lexar

Questa viene venduta insieme ad un lettore di schede SD, che risulta essere uno dei più veloci in circolazione! La velocità è di casa da Lexar!

22,46 EURBestseller No. 1
Bestseller No. 2

Terminologia delle Schede SD

SDHC o SDXC

  • SDHC (Secure Digital High Capacity) è una classificazione delle SD e si riferisce a quelle schede che hanno una capacità di archiviazione tra i 4GB e i 32GB e sono formattate con il filesystem FAT32. Quest ultimo supporta file singoli di dimensioni massime pari a 4GB.
  • SDXC (Secure Digital eXtended Capacity) si riferisce alle schede SD con una capacità di archiviazione maggiore ai 32GB, ovvero dai 64GB ai 2TB. Queste sono formattate in exFAT.

Classi di Velocità

Indicano la velocità minima con cui vengono scritti i dati sulla scheda. Questo parametro ci fa capire in quale scenario di utilizzo sia più performante la scheda ed è un parametro fondamentale nella classificazione delle migliori schede sd per fotocamere.

  • Sd Classe 2 indica le SD con una velocità di scrittura minima di 2 MB/s.
  • Sd Classe 4 indica le SD con una velocità di scrittura minima di 4 MB/s, che possono essere utilizzate anche per la realizzazione di video in HD e Full HD.
  • Sd Classe 6 indica le SD con una velocità di scrittura minima di 6 MB/s, le quali possono essere utilizzate abbastanza tranquillamente per la realizzazione di video in HD e Full HD.
  • Sd Classe 10 indica le SD con una velocità di scrittura minima di 10 MB/s. Queste schede sono adatte alla realizzazione di video in HD/Full HD.
  • U1 indica le SD in grado di assicurare una velocità di scrittura minima dei dati di 10 MB/s.Supporta la cattura di più flussi video in qualità HD contemporaneamente.
  • U3 indica le SD in grado di assicurare una velocità di scrittura minima dei dati di 30 MB/s. Supporta 4k.

UHS-I o UHS-II

UHS-I ed UHS-II sono sigle che classificano le schede SDHC ed SDXC con un bus ottimizzato per la registrazione di flussi continui di dati. Queste sono pensate appositamente per la registrazione di video in alta qualità.

  • UHS-I assicurano una velocità di trasferimento dei dati sul dispositivo che va da 50MB/s a 104MB/s.
  • UHS-II assicurano una velocità di trasferimento da 156MB/s a 312MB/s.

Conclusioni

In conclusione una scheda SD per essere una delle migliori schede SD per fotocamere deve avere una velocità di scrittura elevata.

LEGGI ANCHE: Migliori schede sd per reflex
LEGGI ANCHE: Migliori schede sd per gopro