visore oculus quest 2 recensione

Oculus Quest 2 Recensione

Oculus ha fatto un cambio di rotta rispetto ai primi visori VR presentati e Oculus Quest 2 rappresenta perfettamente il salto in alto dell’azienda nel ramo della realtà virtuale. Ci voleva proprio. Adesso hai a disposizione un’esperienza senza fili che sarà in grado di farti immergere totalmente nella realtà virtuale, senza nessuna barriera, a risoluzioni mai pensate, con applicazioni sbalorditive. 

Oculus Quest 2 è attualmente il miglior visore esistente, soprattutto grazie al perfetto mix di caratteristiche che offre agli utilizzatori. Poi, cosa non meno importante, ha un prezzo tra i più bassi rispetto a tutta la concorrenza presente sul mercato.

Oculus Quest 2, visore VR all-in-one, da 64 GB
  • HARDWARE DI NUOVA...
  • GAMING ALL-IN-ONE:...

Caratteristiche del visore Oculus Quest 2

Oculus Quest 2 è un visore stand alone, da usare in piedi e senza fili per giocare a tutti i giochi già disponibile per Quest. Ma ti offre anche la possibilità di collegarlo tramite il cavo USB Oculus Link da 5 metri ad un computer da gioco, diventando a tutti gli effetti un Oculus Rift

In questa modalità ci penserà il computer ad elaborare la parte grafica. In questo modo il visore sarà alimentato tramite USB Type C, potrai così accedere a tutta la libreria di giochi di alto livello compatibili con Oculus Rift S.

Oculus Quest 2, possiede una qualità visiva decisamente ben più promettente dei visori VR precedenti. Utilizza uno schermo molto più definito e in grado di offrire un refresh rate fino a 90Hz . La qualità è impressionante.

Lo Schermo dell’ Oculus Quest 2

Lo schermo è probabilmente uno degli elementi più importanti in un visore VR. Con Quest 2, Oculus ha fatto una scelta ponderata, in modo da contenere i costi e di migliorare, allo stesso tempo, la qualità visiva rispetto sia a Quest 1 che a Rift S o anche al visore base Oculus Go.

Infatti con Oculus Quest 2 è tornata ad usare un singolo display LCD fast switch e ha anche aumentato considerevolmente la risoluzione per occhio. Parliamo di 1.832 x 1.920 (3,5 MP) pixel per occhio, un netto passo in avanti rispetto ai precedenti. 

Il confronto è davvero impressionante specialmente nei confronti di Rift S, rispetto al quale abbiamo quasi una definizione per occhio raddoppiata.

Questo si traduce semplicemente, nella migliore esperienza visiva mai offerta da un visore Oculus. Il pannello è di buona qualità, anche per quanto riguarda i colori, che risultano molto “vivi” anche pur non trattandosi di uno schermo OLED. La differenza è irrilevante.

Tutto ciò, infatti, comporta una quasi completa cancellazione dell’effetto “screen door”, visto che la griglia dei pixel non è praticamente quasi mai visibile. Oltre a ciò, la maggior definizione dello schermo, ti permette di leggere meglio tutti i testi presenti nei vari giochi e persino quelli delle applicazioni in esecuzione, nel caso tu usassi il visore collegato al PC.

Nel complesso, questo aggiornamento del display è certamente l’elemento che più caratterizza questo Oculus Quest 2 e forse, quello su cui ha avuto più senso puntare.

Questo Visore VR si presenta come un prodotto molto più accessibile e indirizzato verso un pubblico più ampio. Proporre uno schermo più definito in grado di far apprezzare meglio ciò che la realtà virtuale ha da offrire è è senza dubbio il miglior biglietto da visita per colpire positivamente chi vuole affacciarsi a questa nuova tecnologia.

Oculus Quest 2, visore VR all-in-one, da 64 GB
  • HARDWARE DI NUOVA...
  • GAMING ALL-IN-ONE:...

Processore di Oculus Quest 2

Oculus Quest 2 ha un processore all’interno molto più potente della precedente versione. Il nuovo Snapdragon XR2, con una capacità di calcolo più elevata, un refresh rate più alto e rappresenta un altro punto di forza di questo incredibile Visore VR.

Snapdragon XR2, può infatti contare sulla potenza offerta dal chip Snapdragon 865, che vediamo a bordo di moltissimi smartphone Android top di gamma. Ciò dice molto della potenza offerta da questo Oculus Quest 2 e considerando il prezzo, possiamo considerarlo il prodotto con Snapdragon 865 più economico sul mercato.

La scelta di questa piattaforma evoluta, rispetto allo Snapdragon 835 del modello precedente, permette di gestire la risoluzione più elevata del visore, senza avere problemi. Incorpora un motore specializzato per la computer vision, ossia un processore adibito al riconoscimento e al tracking degli oggetti, che permette un’interazione con ritardi minimi.

La connettività è offerta è Wi-Fi 6 e inoltre Oculus ha aumentato anche la memoria RAM, che ora è di 6 GB. I risultati sono immediatamente percepibili nella navigazione della dashboard, che risulta da subito più reattiva e rapida nel passaggio tra le varie sezioni, come per lo store. Una figata è la visualizzazione della dash con la modalità pass through.

Controlli e tracking dell’Oculus Quest 2

Un altro aspetto molto valido di questo Visore VR è il suo sistema di controllo. Come i precedenti, anche in questo caso troviamo in dotazione una nuova versione dei due controller Oculus Touch, oltre ad essere di colore bianco/grigio, come il resto del visore, è cambiata leggermente anche la loro forma.

I nuovi Oculus Touch risultano leggermente più grandi rispetto ai precedenti e ti offrono una maggiore superficie su cui la mano può far presa.

Non cambia la posizione dei due dorsali su cui dovrai poggiare l’indice e l’anulare, mentre troverai maggior spazio a disposizione sulla parte frontale, dove sono presenti i tasti e la levetta analogica di ogni controller.

Questi, risultano maggiormente distanziati e più facili da distinguere, rendendo più facile identificarli mentre si indossa il visore. Comunque sia puoi sempre guardare i controller mentre sei in virtuale e compariranno i suggerimenti che ti dicono a cosa servono i tasti.

Quindi nel complesso i nuovi Oculus Touch risultano molto comodi durante l’utilizzo, anche se l’aspetto risulta un po’ più tozzo e meno raffinato dei precedenti. Resta immutato il bisogno di utilizzare una batteria AA per ogni controller, ma la durata è veramente lunga.

Oculus Quest 2 è realizzato in plastica, di buona qualità; l’assemblaggio sembra essere adeguato e al livello dei predecessori, è solido, ben rifinito e conferisce una sensazione di qualità.

Lacci e ancoraggio

Il sistema di ancoraggio alla testa è leggermente cambiato. Quest 2, utilizza una soluzione simile alle precedenti, quindi stessa imbracatura elastica in tre punti che si regola lateralmente e nella parte superiore della testa. 

Oculus Quest 2, visore VR all-in-one, da 64 GB
  • HARDWARE DI NUOVA...
  • GAMING ALL-IN-ONE:...

Forse è leggermente scomoda rispetto alle precedenti, ed è difficile da regolare con precisione soprattutto nella parte della nuca. Dopo un po’ di tempo tende ad allentarsi, non permette un passaggio rapido da una testa all’altra. Se lo passiamo ad una persona con una testa più piccola, ad esempio un bambino, sarà complicato ritrovare la giusta regolazione.

Comunque Oculus, ha saputo rimediare a questa pecca, infatti vende, separatamente, un’altra fascia “premium” che consigliamo assolutamente di acquistare.

Una pecca importante, a mio parere di Oculus Quest 2, è che dovrai fare un patto con Facebook : a qualcuno potrebbe non interessare questa cosa, ad altri invece potrebbe dare fastidio.  Oculus, infatti, ha stabilito che d’ora in poi è necessario l’utilizzo di un account Facebook per l’attivazione di ogni nuovo prodotto, Quest 2 incluso.

Qui potrai vedere la cosa un po’ come ti pare, nel senso che se odi Facebook questo è il più grande deterrente all’acquisto di questo visore, mentre se sei indifferenti alla questione, non ti cambierà assolutamente nulla.

Giochi ed applicazioni

Incredibile come questo visore ti faccia capire la tecnologia che sta per venire fuori, e l’immenso margine di miglioramento e sviluppo che ci aspetta. Con Quest 2 puoi lavorare facendo il completo mirror del tuo pc di lavoro, trasferendo tutto in virtuale. Puoi usare vari schermi giganti seduto tranquillamente dalla poltrona e gestire tutto con i controller o con le mani.

Meraviglioso viaggiare per tutto il mondo usando app tipo Wander, che ti permette di teletrasportarti in ogni parte del mondo e avere la sensazione di essere li. La cosa più vicina al teletrasporto che ad oggi esiste.

Esperienza unica guardarsi Netflix su uno schermo gigante dal divano di un lussuoso appartamento con vista sulle montagne innevate. Potete buttare la tv tradizionale.

I giochi poi ce ne sono centinaia e centinaia le esperienze su youtube vr o altre app, e non dimenticarti che puoi mandare in stream il tutto direttamente dal visore, sia sul tuo cellulare che sulla tv.

Il nostro parere sul visore Oculus Quest 2

Oculus Quest 2 è il miglior visore di realtà virtuale attualmente disponibile sul mercato, anche tenendo conto del suo incredibile rapporto qualità/prezzo.

Oculus Quest 2, visore VR all-in-one, da 64 GB
  • HARDWARE DI NUOVA...
  • GAMING ALL-IN-ONE:...

Ti garantirà un’esperienza accessibile e senza l’ingombro dei cavi essendo un Visore VR indipendente e facilissimo da usare. Il dispositivo è configurabile facilmente anche da chi non è pratico a livello tecnologico, basta avere un’account Facebook.

Tutti quelli che vogliono avventurarsi per la prima volta nel mondo della VR, ora hanno un nuovo punto di riferimento : Oculus Quest 2 è senza dubbio la spesa più bilanciata e razionale che potrai fare per avvicinarvi a questa categoria. Ti si aprirà un mondo incredibile, fidati.

Lascia un commento